Arriva la marcia mondiale della Pace in viaggio verso Madrid

La seconda edizione della marcia mondiale per la Pace e la Nonviolenza farà tappa anche a Narni, il passaggio è atteso per venerdì 28 febbraio al Santuario della Madonna del Ponte

Dopo aver già percorso tutti i continenti e prima di concludere il suo giro del mondo rientrando a Madrid il prossimo 8 marzo, la seconda marcia mondiale per la Pace e la Nonviolenza farà tappa anche in Umbria, a Narni. Il passaggio verrà accolto venerdì 28 febbraio alle ore 11 con una cerimonia che si svolgerà presso il Santuario della Madonna del Ponte a Narni Scalo, condotta da Don Giorgio Brodoloni, Rettore del Santuario. Il passaggio sarà suggellato dalla donazione alla Diocesi di Terni, Narni, Amelia di una piantina di Ginkgo Biloba nata dal seme sopravvissuto ai bombardamenti di Hiroshima che per l’occasione verrà piantata nell’area parco del Santuario, a perenne testimonianza di un messaggio di pace. Il dono, sarà offerto dagli organizzatori della marcia e sarà presente un rappresentante del comitato promotore italiano.

Prenderanno parte alla cerimonia, il sindaco di Narni Francesco De Rebotti, gli assessori comunali e i bambini della scuola elementare di Narni Scalo accompagnati dai dirigenti scolastici; proprio il sindaco De Rebotti punta molto su questo evento con il concetto base di ‘Comune’ come una vera ‘Comunità’ per l’integrazione e la solidarietà mondiale.
La tappa narnese è stata possibile grazie all’adesione e al coinvolgimento attivo delle istituzioni locali e della Diocesi nonché al prezioso supporto di Nicoletta Campanella che ha collaborato con il comitato promotore italiano della marcia all’organizzazione del passaggio.
Il comitato promotore italiano della marcia ricorda gli obiettivi della marcia: la proibizioni delle armi nucleari e il disarmo nucleare, la rifondazione delle Nazioni Unite, la creazione delle condizioni per lo sviluppo sostenibile del pianeta, l’integrazione di Paesi in aree e regioni adottando sistemi socioeconomici atti a garantire benessere per tutti, il superamento di ogni forma di discriminazione, la diffusione della cultura della nonviolenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prima marcia mondiale per la Pace e la Nonviolenza è consistita in quasi mille eventi in più di 400 città in 97 Paesi dei 5 continenti. Più di 2000 organizzazioni hanno partecipato. Sono stati percorsi quasi duecentomila chilometri e centinaia di migliaia di persone hanno partecipato.
La seconda edizione, che si svolge a dieci anni di distanza, è iniziata a Madrid il 2 ottobre 2019, Giornata Internazionale della Nonviolenza, e oltre all’Italia ha attraversato Africa, Nord, Centro e Sud America, Oceania, Asia ed Europa. La marcia terminerà il suo percorso a Madrid l’8 marzo 2020, Giornata Internazionale della Donna, dopo aver percorso il pianeta con una durata di 159 giorni. Si stima che centinaia di migliaia di attivisti parteciperanno a questa azione globale e anche l’Umbria, grazie al passaggio di Narni, sarà tra i testimoni di questo importante messaggio di pace.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ternana-Avellino 0-0, rossoverdi al secondo turno preliminare dei Play Off

  • Incidente stradale, scontro frontale tra due auto: due fratelli perdono la vita

  • Chiude storica attività del centro cittadino a Terni: un altro piccolo pezzo della città ‘romantica’

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi nel ternano: “Previsti ulteriori tamponi oltre il nucleo familiare coinvolto”

  • Lutto nel mondo dello sport ternano: è scomparso lo specialista Giampaolo Cerasoli: “Se ne è andato troppo presto”

  • Terni, marito e moglie positivi al Covid: scatta l’isolamento, ricostruita la possibile catena dei contagi

Torna su
TerniToday è in caricamento