Attività commerciali a Terni: “Agire per il bene del centro, attendiamo risposte dal comune”

Dibattito apertissimo su come valorizzare il centro cittadino e le attività al suo interno, il parere di Cosmina Ioan commerciante di via Roma

Terni

Il dibattito è apertissimo e riguarda le attività commerciali nel centro di Terni. Recentemente la Confartigianato ha lanciato una nuova iniziativa per cercare di valorizzare e rilanciare gli esercizi all’interno della città. Ci sono poi comitati, associazioni, singoli cittadini che si muovono ed organizzano iniziative ed eventi all’interno del perimetro di interesse. Lo scorso week end, in via Roma, è stato proposto “Buongusto a Porta Romana” volto a far conoscere la via e far vivere il centro: “Il suolo pubblico ad esempio – sottolinea la commerciante Cosmina Ioan – ce lo siamo pagati da soli per garantire il buon esito della manifestazione. Per il prossimo futuro ci aspettiamo delle risposte da parte dell’amministrazione comunale. Inoltre, esclusa la Confartigianato, anche le altre associazioni di categoria non sembrano assisterci”. Diversi gli argomenti che rimbalzano tra la vita reale ed i social network: “Siamo in tanti e comprensibilmente abbiamo delle visioni differenti perché ognuno, giustamente, ha le proprie necessità. Ad esempio sul decoro urbano della via c’è stato l’ok di settanta esercenti. Sulla ZTL invece i pareri sono discordanti. Tutti naturalmente abbiamo in mente il fine ultimo che è quello di fare il bene del centro e della via. Le riunioni si susseguono - afferma la commerciante – ed in cantiere c’è il progetto di accordarci per proporre luminarie più omogenee, durante le festività natalizie”. Come è cambiata via Roma in quest’ultimo periodo? “A mio avviso – sostiene Cosmina – ci sono molti elementi positivi. Soprattutto nella zona bassa (per capire quella che da porta Romana scende verso l’ingresso della Passeggiata ndr) c’è stato un ripopolamento con negozi i quali hanno garantito una nuova linfa, in termini di qualità. Le peculiarità che contraddistinguono chi fa commercio sono professionalità, qualità e passione. Le crisi, parere personale, non sono totalmente accreditabili alla nascita di centri commerciali. Faccio un esempio: magari in un primo momento si avverte un calo di frequentatori. Tuttavia il tuo cliente, quello fedele ed abituale, lo avrai sempre con te comportandoti in modo professionale. In via Roma i frequentatori ci sono, magari meno in inverno ma grazie al parcheggio vicino ed alla passerella di sicuro non ci si può lamentare”

Potrebbe interessarti

  • Ammoniaca, come sfruttarla a meglio e in sicurezza per la pulizia di casa

  • L'alcol denaturato e i suoi utilizzi per la pulizia della casa: una guida

I più letti della settimana

  • Ragazza stuprata al Chico Mendes, arrestato diciottenne egiziano: "Mi ha costretto, ho paura"

  • Fiumi di droga su Terni, indagine dell’Antimafia: diciannove persone finiscono in manette

  • Operazione "Toner", la droga fruttava migliaia di euro a settimana con i consigli del poliziotto "complice"

  • Fiumi di droga su Terni, dalle carte dell’inchiesta spunta anche un carabiniere: “M’ha detto de sta tranquillo”

  • Incidente stradale, uomo investito in via Narni: dinamica rocambolesca

  • Un altro traguardo per Danilo Petrucci: esame superato e patente presa

Torna su
TerniToday è in caricamento