Patto anti-randagismo, arriva anche una pagina Facebbok per favorire le adozioni dei cani

Accordo fra Comune di Amelia e associazione Amici a quattro zampe. Pernazza: migliorare il benessere degli animali e limitare i costi del randagismo a carico dei cittadini  

Facilitare le procedure di adozione dei cani, migliorare il benessere degli animali e ridurre i costi del randagismo a carico della collettività. Sono questi gli obiettivi del protocollo d’intesa sottoscritto dal sindaco di Amelia, Laura Pernazza, e dalla presidente dell’associazione Amici a Quattro Zampe, Maria Schiavetti. In particolare, il protocollo fa riferimento agli animali custoditi nel canile Dog Paradise di Schifanoia di Narni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il protocollo d’intesa – spiega il sindaco Pernazza - da un lato vuole migliorare il benessere degli animali e dall’altro si pone l’obiettivo limitare i costi del randagismo a carico della collettività”. Per implementare il servizio e diffonderlo nel modo più capillare possibile, il Comune di Amelia aprirà a breve anche una pagina social ufficiale nell’ambito della campagna ‘Adotta un cane ad Amelia’. “Il progetto – informa ancora il sindaco – è in avanzato stato di definizione”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzi morti, c’è un sospetto: ternano in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Il silenzio e poi le urla di dolore: Terni sotto shock per la morte di due ragazzini, indagini a tutto campo

  • Cronaca di Terni, tragica scomparsa di due adolescenti. Le reazioni: “Sgomento e dolore. Giornata di lutto cittadino”

  • Cronaca di Terni, trovati morti due adolescenti di 15 e 16 anni

  • Morte dei due ragazzi a Terni: le sostanze che probabilmente hanno causato il decesso di Flavio e Gianluca

  • Flavio e Gianluca, basta lacrime ipocrite: non serve il lutto cittadino, bisogna vietare l’ingresso agli spacciatori

Torna su
TerniToday è in caricamento