Comune di Terni, accordo sull’integrativo: “Fondamentale per la sicurezza dei cittadini”

Le trattative sono iniziate martedì 2 luglio alla presenza dei rappresentanti sindacali e dell’assessore al personale Sonia Bertocco, la firma è avvenuta ieri dopo una lunga giornata

comune di Terni

L’accordo è stato trovato e riguarda il CCNL decentrato integrativo per i lavoratori del comune di Terni (700 ndr). Uno dei principali nodi da sciogliere riguardava l'applicazione dell’articolo 208 per la polizia locale con focus su assistenza, previdenza ed indennizzo. L’ultimo di questi, con il comune in dissesto, non poteva essere lasciato invariato e così si è andato a lavorare sul fondo di previdenza aumentandolo da 1000 a 1800 euro annuo. L’assessore al personale Sonia Bertocco spiega le motivazioni principali che hanno portato all’accordo: “Intanto nessun altro comune in dissesto è riuscito al momento a completare questo percorso, in Italia complessivamente solo pochi municipi si sono adeguati. Era molto importante trovare tale soluzione perché, la polizia locale agisce ormai da tempo in sinergia con Prefettura e Questura per garantire la sicurezza dei cittadini. Il contratto inserisce concetti di meritocrazia, criteri che verranno delineati entro il mese di settembre”. Produttività intesa come: “Attività svolta all’esterno degli uffici. Ad esempio controlli amministrativi, interventi della polizia stradale per incidenti e pronto intervento. Sono previsti incentivi di tre euro l’ora per chi non esce in modo continuativo, di quattro euro l’ora per chi farà servizio pieno, dieci euro l’ora infine per i dipendenti impiegati nelle attività esterne notturne e festivi”. Oltre all’integrativo diversi i temi trattati con le organizzazioni sindacali presenti tra questi le progressioni verticali, orizzontali ed il sistema premiante. Al termine della giornata Sonia Bertocco ha dichiarato: "Era importante trovare un accordo dopo tanti anni di instabilità che ha alimentato attriti tra i lavoratori. Dobbiamo dare una prospettiva di visione, bisogna dare fiducia per tutte le direzioni e anche ovviamente per la polizia locale. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato a questa intesa e che l'hanno ritenuta un momento fondamentale per il cambio di gestione e visione che noi vogliamo. Grazie alle strutture del personale, alla Rsu, alle sigle sindacali che hanno aderito, portando sul tavolo un consenso molto ampio dei lavoratori. Nessuna tensione personale, invece, con chi ha ritenuto di non firmare. Mi dispiace perché so che anche loro erano concordi con oltre il 90% del documento e che non hanno condiviso solo alcuni, limitati, aspetti, come la ripartizione dei proventi derivanti dalle contravvenzioni"

Potrebbe interessarti

  • L'alcol denaturato e i suoi utilizzi per la pulizia della casa: una guida

I più letti della settimana

  • Terrore nel pieno centro di Terni: feriti un carabiniere e un dominicano

  • Comune di Terni, 126 nuove assunzioni: come fare per partecipare

  • Incidente stradale, un ferito grave all'ospedale

  • Giovane originario di Montecastrilli a Caduta libera: partita la sfida al nuovo campione

  • Chiede l’elemosina, ma è un incubo per tutti: denunciato per accattonaggio molesto. È la prima volta

  • Auto no-cost, scatta l’indagine dell’Antitrust: pratiche commerciali scorrette

Torna su
TerniToday è in caricamento