Culle vuote, 15 comuni in Umbria rischiano l’estinzione: nell’elenco c’è anche Polino

Nel piccolo centro della Valnerina ci sono soltanto 15 ragazzi sotto i 14 anni. A livello regionale negli ultimi quattro anni la popolazione è diminuita di 13mila unità

Tra qualche anno Polino potrebbe essere soltanto un ricordo ingiallito su qualche carta geografica. E così rischia di essere per Parrano, nell’Orvietano, e per altri 13 comuni umbri a rischio estinzione a causa dello spaventoso calo demografico che sta investendo l’Umbria.

L’allarme compare nelle pagine del Rapporto economico e sociale dell’Umbria curato dall’Agenzia Umbria Ricerche che evidenzia come “il trend di crescita demografica dell’Umbria si interrompe nel 2014 e negli ultimi quattro anni la popolazione regionale perde quasi 13 mila unità (-1,42%)”.

Secondo il dossier Aur, la contrazione delle nascite e l’allungamento della vita media (la speranza di vita alla nascita è di 86 anni per le donne e 82 anni per gli uomini, un anno in più della media nazionale) determinano un profilo della struttura per età della popolazione umbra che colloca la regione tra le più “anziane” d’Italia: se nel 2011 vi erano 180 anziani ogni 100 giovani, oggi, a distanza di soli 7 anni, il rapporto è arrivato a 204 over 65 ogni 100 under 14.

Si parla dunque di “declino demografico” che però “non investe allo stesso modo i comuni umbri: quelli che subiscono una contrazione della popolazione residente sono i comuni di piccole e piccolissime dimensioni (fino a 7.500 abitanti), dove il calo demografico si va ad aggravare negli anni più recenti”.

Le aree del “disagio demografico” rappresentano il 37% della superficie regionale, dove risiede circa il 14% della popolazione e sono riconducibili a gran parte della Valnerina – area gravemente ferita dal sisma del 2016 – e a molti comuni dell'Orvietano.

In particolare, per 15 comuni il rischio di “estinzione” viene definito da Aur come “altissimo, in assenza di contromisure atte a invertire la tendenza”. Tra questi, quattro (Poggiodomo, Polino, Sellano e Parrano) presentano condizioni demografiche ancora più gravi: basti pensare che, nel 2018, a Poggiodomo si contavano 56 anziani (over 65) e solo 4 giovani (under 14); a Polino 94 contro 15.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lotta all’infarto, a Terni una scoperta rivoluzionaria: è colpa di un batterio

  • Bollo auto e documenti di circolazione, cosa è cambiato con il 2020

  • “Ho mal di pancia”, ma è incinta: bambina di dodici anni ricoverata in ospedale

  • Mistero sopra il cielo della conca ternana: “Una scia di piccole luci tutte alla stessa distanza”

  • "Se non porti i soldi stasera ti faccio sparire", giovane minacciato fa arrestare gli estorsori

  • Incidente stradale in pieno centro, giovane ferito dopo impatto contro auto

Torna su
TerniToday è in caricamento