SPECIALE EUmbria – Sesso e bulli: ecco le trappole della Rete per i più piccoli

Minori online: la tutela dell’Ue verso i giovani. Cosa dice lo studio di Unipg sui pericoli del web per i ragazzi umbri

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto FISE-Europe Direct Terni – Comune di Terni – Università di Perugia, con il cofinanziamento della Commissione Europea

eumbriatoday-logo-3

Già da tempo (2012) la Commissione europea ha adottato una strategia per rendere il mondo di internet un posto più sicuro per i ragazzi. Attraverso il programma “Internet Sicuro, l’Ue mira ad arricchire le conoscenze dei ragazzi e dei loro genitori sui pericoli della navigazione sul web. Inoltre, il nuovo regolamento per la gestione dei dati personali, adottato a maggio 2018, ha introdotto un’ulteriore protezione, imponendo un limite di età (tra i 13 ed i 16 anni a discrezione di ogni Stato) sotto il quale è necessario il consenso genitoriale perché un qualsiasi sito web possa utilizzare dati che riguardano i minori.

La Commissione europea stima che un utente di internet su tre sia un adolescente. Il web, oltre ad offrire ai ragazzi grandi vantaggi ed opportunità, può anche costituire un pericolo per la privacy e la sicurezza, in particolare dei minori. Sono infatti proprio i ragazzi tra i 12 ed i 16 anni a correre più rischi online, in quanto possono facilmente incappare in siti per adulti, se non in veri e propri trabocchetti virtuali chiamati “online predators”. A completare il quadro c’è il rischio di subire un fenomeno tutto nuovo: il cyberbullismo.

Nonostante i tentativi dell’Ue di rendere internet un posto sicuro, i casi di cyberbullismo non diminuiscono. Come ormai noto, si tratta di una forma di molestia verbale o psicologica realizzata attraverso mezzi di comunicazione virtuali, specialmente attraverso i social network.

Secondo uno studio commissionato dal Corecom dell’Umbria ed effettuato nel 2018 da Maria Giuseppina Pacilli, docente di psicologia sociale dell’Università degli studi di Perugia, più del 45% dei ragazzi intervistati ha inviato messaggi privati offensivi su WhatsApp, invece il 40% ha escluso qualcuno dai gruppi virtuali almeno una o due volte al mese. Questi dati mostrano come due diversi esempi di cyberbullismo siano fenomeni frequenti nella vita dei ragazzi umbri.

I giovani dell’Umbria utilizzano i social quotidianamente e dei 901 studenti intervistati, tutti delle scuole superiori di Perugia e Terni, il 96,3% possiede un profilo social; di questi, solo il 30% è totalmente privato. Ben il 91% dei ragazzi ha dichiarato di aver assistito almeno una volta ad episodi di cyberbullismo.

Ma anche per i giovani umbri il cyberbullismo non costituisce l’unico pericolo della navigazione in internet: il 28% degli intervistati ha infatti dichiarato di aver ricevuto richieste di proprie foto da parte di “online predators”.

Questo studio dimostra la centralità dei social nella vita dei ragazzi e al tempo stesso la loro vulnerabilità. L’Europa cerca di proteggere con norme sempre nuove chi naviga, ma il problema maggiore per l’Ue ed anche per le singole nazioni, quando si parla di internet, è quello della sua velocità. Mentre i pericoli della navigazione aumentano ogni giorno, risulta difficile per le istituzioni stare al passo con i tempi ed intervenire attraverso leggi che tutelino gli utenti in modo efficace.

Leggi gli altri articoli di EUmbria

Congedo di paternità, novità per tutti i papà umbri

Migranti e accoglienza, ecco come funziona lo Sprar di Terni

FISE-EUmbria, un progetto per portare l''Europa a casa tua

Dalla Bicocca di Milano a Sant’Anatolia per fare la tesi sugli “ecomusei”, che salvano comunità e tradizioni

L’Europa finanzia “le imprese culturali e creative”: 3 milioni per il primo bando in Umbria

Un Terremoto di Solidarietà dopo quello di macerie: giovani da tutta Europa per aiutare Norcia

Terni e Foligno tra carri e toques blanches: l'Umbria nell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale

L’Unione europea sostiene il microcredito locale tramite la Regione: dal 3 dicembre le richieste

“Ecco come sarà ricostruita la Basilica di San Benedetto a Norcia: dalla Ue tanti fondi di solidarietà”

Nel 2019 si vota per il rinnovo del Parlamento Europeo: ecco come esprimere un voto informato e libero

Unione Europea e futuro: una tre giorni a Perugia per avvicinare i giovani al mondo del lavoro

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate, la soluzione migliore per arredare il giardino

I più letti della settimana

  • Centri estivi, ecco il bonus dell’Inps: fino a cento euro a settimana di contributo

  • Giovane ternano sfida il campione Nicolò Scalfi a 'Caduta Libera' su Canale 5

  • Vaga da solo lungo la superstrada: sono stato licenziato e mia moglie mi ha lasciato. Intervengono i carabinieri

  • Incidente stradale sulla Marattana, coinvolti due autoveicoli

  • Martina Nasoni vince il GF#16, il cuore 'di latta' e la sua voglia di vivere sbaragliano tutti

  • Amministrative 2019, i risultati definitivi del ballottaggio ad Orvieto: Roberta Tardani è il nuovo sindaco

Torna su
TerniToday è in caricamento