Ex Officine Bosco nel degrado tra siringhe, escrementi e prostituzione: "Ora basta servono le telecamere"

La denuncia del consigliere regionale Emanuele Fiorini: "Non è possibile che un’area come quella sia così degradata: è una cosa indegna"

Officine Bosco

Siringhe, rifiuti di ogni genere ed escrementi umani. E’ quanto constatato stamattina dal consigliere regionale Emanuele Fiorini il quale si è recato in visita al parcheggio delle Ex Officine Bosco: “Non è possibile che un’area come quella sia così degradata: è una cosa indegna. L’Asm qui passa a raccogliere i rifiuti, ma ci sono cittadini incivili che continuano a gettare rifiuti favoriti dalla scarsa illuminazione e nessuna telecamera installata. Questo vale anche per gli escrementi e le siringhe. A pochi metri da qui c’è una scuola e questa situazione è veramente intollerabile. Poi, se si viene dopo le ore 15 si trovano anche le prostitute. Qui c’è un servizio completo di delinquenza. È vergognoso – sottolinea Fiorini - Questo è l’unico parcheggio rimasto non a pagamento e viene utilizzato moltissimo dai ternani. Quest’area va riqualificata. Questa mattina ho segnalato la presenza delle siringhe all’Asm per farle rimuovere, un gesto, questo, che dovrebbe fare ogni cittadino che ha a cuore la sua città. Inoltre presenterò un atto, nel più breve tempo possibile, per far installare telecamere, l’illuminazione e per riconvertire questa zona che si trova a ridosso del centro cittadino e non può più rimanere in queste pietose condizioni”.

3BD71AD7-6286-4207-9F39-D9984F9B47D7-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo su Terni e provincia, allagamenti e disagi: donna al sicuro prima dell'arrivo della piena

  • Tragedia della follia: uccide moglie e figlia e poi si suicida

  • Maltempo a Terni, fiume Nera a rischio esondazione: peggioramento nelle prossime ore

  • Incidenti stradali, a Terni il triste primato delle strade più pericolose dell’Umbria: ecco quali sono

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

  • Pericoli a Terni, la buca più ‘chiacchierata’ della città diventa un simbolo

Torna su
TerniToday è in caricamento