Fermata dell'area a caldo e cassa integrazione, scatta lo sciopero

Lo stop è stato indetto dalle Rsu ed è in programma per venerdì e lunedì a seguito della "cassa" decisa dall'azienda

Lo sciopero era nell'aria già da alcuni giorni, e stamattina è arrivata la conferma. Lo stop, indetto dalle Rsu, è in programma per venerdì e lunedì per tutti i reparti e su tutti i turni di lavoro ed è stato determinato dalla decisione dell'azienda di prevedere la cassa integrazione ordinaria per i lavoratori a seguito dello stop dell'area a caldo.
Tale decisione era stata comunicata ai sindacati nei giorni scorsi: la fermata non programmata di una delle linee di produzione a calda si era resa necessaria a seguito della mancanza di argon, essenziale per le procedure previste.
La risposta delle Rsu non si era fatta attendere: “La mancanza di argon – avevano detto – è solo l'ultimo tassello di una serie di inefficienze che, sommate all'arrivo di bramme indonesiane, mettono in discussione la produzione nell'area a caldo e il raggiungimento degli obiettivi dell'accordo sottoscritto al Mise”.
La cassa integrazione ordinaria è stata poi riconfermata stamattina: “Ci siamo trovati di fronte a una una pozione unilaterale che torna a evidenziare il basso livello di relazioni industriali, sindacali e di rispetto vero i lavoratori. Questa fermata si somma a quella già preannunciata di circa un mese per il reparto a caldo”. Da qui la decisione di indire lo sciopero, che si svolgerà venerdì, per 4 ore per tutti i reparti e su tutti i turni di lavoro con le seguenti modalità: 1° turno dalle 6 alle 10, 2° turno dalle 18 alle 22, 3° terzo turno dalle 2 alle 6; lunedì 9 dicembre per il 1° turno della 4^ squadra delle 6 alle 10.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripartenza a Terni, l’idea originale di un’attività commerciale a tutela dei clienti: “Facile e funzionale”

  • Test a tappeto anti Covid19, tutti i comuni del Ternano coinvolti: luoghi, date e persone interessate

  • Comune di Terni, la proposta: “Rendere obbligatorio l’utilizzo delle mascherine durante gli spostamenti in luoghi frequentati”

  • Sciame di piccole scosse di terremoto nel territorio ternano: sale la preoccupazione

  • Momenti di tensione in piazza della Repubblica a Terni, interviene il servizio interforze

  • Crodino, patatine e coca: la questura chiude un bar di Terni

Torna su
TerniToday è in caricamento