Film festival Popoli e Religioni: arrivano a Terni Alice Rohrwacher e Terence Hill

La 14° edizione dal 10 al 18 novembre. Il direttore artistico Casali: “Voglio portare Terni nel mondo e il mondo a Terni”

L’età imperfetta come simbolo dell’adolescenza, della crescita dei giovani. Come il titolo del film di Ulisse Lendaro. E come lo stesso film festival Popoli e Religioni, che compie 13 anni ed entra a tutti gli effetti in questa fase delicata.

“Siamo arrivati alla 14° edizione, resistiamo – commenta Stefania Parisi, direttrice dell’Istess – è un volontariato totale, in pura perdita ma con tanta passione. E con tanti giovani che ci lavorano: sono il nostro valore aggiunto”.

E proprio a loro è dedicata questa edizione del festival in programma dal 10 al 18 novembre al Cityplex Politeama, al santuario di San Francesco e alla Bct. Con ben due anteprime: giovedì alle 14 alla casa circondariale di Terni con la proiezione del documentario Fuori fuoco e venerdì alle 21 al Politeama con il film Sembra mio figlio (unico spettacolo a pagamento).

Un festival interculturale e sempre più internazionale: “Il nostro sguardo è proiettato sull’umanità intera – spiega Giuseppe Piemontese, vescovo della diocesi di Terni, Narni e Amelia – siamo chiamati pacificamente a convivere in un tempo che ci sta remando contro, ma ci dev’essere il desiderio di conoscenza e di condivisione”.

Diventato ormai un appuntamento fisso per Terni, il festival ha ottenuto il plauso anche dal vicepresidente della Regione Umbria Fabio Paparelli, che l’ha inserito nella rete dell’Umbria terra di festival del cinema, e dall’assessore comunale alla cultura Andrea Giuli, che ha promesso si “batterà” per garantire un sostegno economico già dalla prossima edizione.

Il programma

Saranno nove giorni di cinema, cultura, incontri, riflessioni e spettacoli tutti ad ingresso gratuito.

“Racconteremo l’adolescenza nella cultura islamica e in quella ebraica – anticipa Arnaldo Casali, direttore artistico – ricorderemo giovani che hanno sacrificato la loro vita per un grande ideale, come Jan Palach e Peppino Impastato”.

Tra i temi affrontati i sogni e le speranze dei giovani, gli ideali, la rabbia, l’amicizia ma anche l’identità sessuale, il bullismo e l’anoressia. Oltre ai giovani, spazio anche ai migranti con la sezione “Come ci vedete”, riservata ai corti realizzati da immigrati che vivono in Italia. Altra nuova sezione è “L’età imperfetta”, in cui i giovani parlano dei giovani e vengono giudicati dai coetanei.

Tanta l’attesa per due ospiti in particolare: la giovane registra Alice Rohrwacher che riceverà il premio alla carriera e Terence Hill, che presenterà il suo film e riceverà anche lui l’Angelo alla carriera.

Qui il programma completo

Le eccellenze ternane

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Accanto ai grandi nomi del cinema, un’attenzione particolare è per i giovani del territorio. Come la musicista ternana Marialuna cipolla (qui per sapere chi è) che riceverà il premio “Gastone Moschin”.

O come Mattia Bianchini, autore di un delicato cortometraggio dal titolo “uomo” dedicato al rapporto tra un ragazzino e una madre interpretata da Valentina Lodovini, e il regista ormai affermato Daniele Poli.

Il raduno mondiale di festival cinematografici interreligiosi

Altra importante novità: dopo il primo incontro a Barcellona nel 2016 e il secondo a Trento l’anno scorso, sarà ora Terni ad ospitare il terzo meeting internazionale dei direttori di festival cinematografici interreligiosi.

Ci saranno testimonianze dalla Catalogna, la Slovacchia, il Bangladesh, l’Argentina, la Polonia, la Francia, l’Armenia e l’Ucraina. L'appuntamento è per lunedì 12 novembre dalle 16 alla Biblioteca comunale.

Il focus francescano

Era il 1218 quando veniva rifondata la diocesi di Terni, Narni e Amelia. Un anno doppiamente simbolico, che vide il passaggio di San Francesco nei luoghi del ternano. E per festeggiare gli 800 anni di entrambe le ricorrenze, durante il festival è stata scelta una giornata da dedicare interamente al mondo francescano.

Per sabato 10 novembre è in programma la mattina un convegno, il pomeriggio alle 16.30 una visita guidata sui luoghi sui quali si è fermato Francesco d’Assisi nella città di Terni con performance artistiche a cura di Stefano de Majo e infine la sera alle 21 Il giullare di Dio, azione musicale tratta dalle Fonti Francescane.

Allegati

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, schianto con la moto: muore il maestro Francesco Falcioni

  • Incidente stradale, uomo estratto dalle lamiere dopo impatto a tre

  • Samanta Togni presenta il nuovo fidanzato: "Ci siamo conosciuti per caso sul treno"

  • Alcantara, sessanta dipendenti a rischio mancata riconferma: “Seriamente preoccupati”

  • Intossicati dai funghi velenosi, muore dopo una settimana di agonia

  • Lutto nel mondo della buona cucina ternana, è scomparso Mario Meriggioli

Torna su
TerniToday è in caricamento