‘Gran Premio’ di San Valentino, tra le proteste dei residenti ed il pericolo incidenti

Situazione sempre più delicata lungo il rettilineo che costeggia anche la Basilica dedicata al santo patrono di Terni

San Valentino

Il titolo utilizzato è un po' provocatorio ma, a nostro avviso, fotografa la situazione attuale. Soprattutto in orari notturni, segnalano i residenti, quel rettilineo che costeggia anche la Basilica di San Valentino assume i connotati di un Gran Premio. Gli automobilisti sfrecciano a tutta velocità ignorando le limitazioni e mettendo a repentaglio la propria vita e quella degli altri. Un argomento che, con tutta probabilità, diventerà centrale al momento della riapertura dei lavori al comune di Terni. Ha già preannunciato un’interrogazione, destinata a Sindaco e Giunta, il capogruppo del Pd Francesco Filipponi che verrà dibattuta al prossimo ‘Question time’ in programma a settembre. La proposta dell’esponente Dem è quella di installare dissuasori e strumenti utili alla decelerazione. Non sarebbe la sola. L’ipotesi di inserire un autovelox fisso è l’alternativa per limitare la velocità irrogando sanzioni a chi non rispetta i limiti. Al momento però, come sottolineano alcuni residenti, da località San Rocco verso via di Vittorio si assiste sempre più frequentemente ad autovetture sfreccianti ed automobilisti indisciplinati.

WhatsApp Image 2019-08-02 at 10.09.42(4)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiori d’arancio per Samanta Togni, il “sì” a Narni il 15 febbraio: ecco le pubblicazioni di matrimonio

  • Inquinamento a Terni: “Leucemie, linfomi, tumori, melanomi: eccesso di morti per tutte le cause”

  • Cospea Village, via libera al secondo piano: più negozi e nuovi posti di lavoro

  • Lutto nella medicina sportiva ternana: è scomparso Italo Pieramati

  • Dramma sfiorato, camion perde le ruote che finiscono contro un'auto

  • Cade albero trascinato dal vento, sfiorata la tragedia sotto la Passeggiata

Torna su
TerniToday è in caricamento