Laboratorio didattico per gli studenti del Liceo scientifico Donatelli di Terni

Il progetto di ricerca sotto la supervisione del Laboratorio di patologia molecolare dell’Università degli studi di Perugia, con sede a Terni

Fare scienza. Fare ricerca. Molto spesso ascoltando la radio, guardando la televisione o leggendo i giornali sentiamo la parola ricerca associata al progresso, al miglioramento delle conoscenze e della cultura. Ma che cos’è la ricerca? Cosa significa fare ricerca?

La domanda ha stimolato una collaborazione tra il Laboratorio di patologia molecolare dell’Università degli Studi di Perugia, con sede a Terni e il Liceo scientifico statale Donatelli. Con il notevole impegno profuso dalla Fondazione cassa di risparmio di Terni e Narni, il liceo scientifico Donatelli ha allestito un attrezzato laboratorio didattico biotecnologico-chimico. Il laboratorio sarà la sede di un percorso scientifico ben preciso che permetterà agli studenti di avviare un progetto di ricerca vero e proprio, sotto la supervisione del Laboratorio di patologia molecolare dell’Università. Il progetto che sarà svolto dai ragazzi ha, quindi, una duplice finalità:

  • stimolare gli studenti a “pensare” in termini progettuali e scientifici per far comprendere direttamente le metodologie di un laboratorio di ricerca e spiegare i fondamentali passaggi scientifici e culturali che sono alla base di uno studio di ricerca
  • avere dei risultati scientifici veri e propri, ottenuti con l’impegno ed il lavoro dei diretti interessati, cioè gli studenti.

Il laboratorio è stato inaugurato al termine dello scorso anno, in presenza del dott. Giancarlo Cencetti, rappresentante dell'USP Terni, dell'assessore Marco Celestino Cecconi in rappresentanza del comune di Terni, del professor Luigi Carlini, Presidente fondazione CARIT e del dott. Ulrico Dragoni, vicepresidente della Fondazione CARIT.

La presentazione del progetto

Il progetto è stato presentato dalla dottoressa Giulia Poli (ricercatrice) e dal professor Stefano Brancorsini, direttore del Laboratorio di patologia molecolare presso la sede ternana del corso di laurea di medicina e chirurgia dell’università di Perugia. L’osservazione alla base del progetto nasce da un concetto molto semplice: come l’ambiente influenza la genetica? L’alimentazione modifica il nostro corredo genetico ed epigenetico? Possiamo visualizzare in maniera non invasiva queste modifiche?

Per rispondere a queste domande gli studenti si troveranno a realizzare sia la parte sperimentale del progetto, sia quella di elaborazione dei dati e stesura di un articolo scientifico, coordinati e supportati dalla dottoressa Poli. Sono inizialmente previste lezioni introduttive prettamente didattiche dove agli studenti verranno dettagliatamente presentati gli argomenti scientifici dal punto di vista molecolare, alla base della tematica considerata, quindi alimentazione, patologie associate ad uno scorretto regime alimentare e nozioni laboratoristiche inerenti.

Seguirà la parte di realizzazione sperimentale del progetto, dove gli studenti approcceranno per la prima volta a nuove tecnologie scientifiche mediante l'utilizzo di metodiche e strumentazioni utilizzate nell'ambito della biologia molecolare allestite nel laboratorio della scuola, guidati dalla professoressa Tini Brunozzi, docente del liceo e referente del progetto.

Potrebbe interessarti

  • L'alcol denaturato e i suoi utilizzi per la pulizia della casa: una guida

I più letti della settimana

  • Terrore nel pieno centro di Terni: feriti un carabiniere e un dominicano

  • Comune di Terni, 126 nuove assunzioni: come fare per partecipare

  • Incidente stradale, tre macchine coinvolte nell'impatto

  • Giovane originario di Montecastrilli a Caduta libera: partita la sfida al nuovo campione

  • Chiede l’elemosina, ma è un incubo per tutti: denunciato per accattonaggio molesto. È la prima volta

  • Incidente stradale, un ferito grave all'ospedale

Torna su
TerniToday è in caricamento