Nuovo look per via Di Vittorio, scatta il restyling

Tra pochi giorni via la cantiere: previsto il taglio di 23 pini, ma le piante verranno sostituite subito con nuove e pregiate essenze. Sistemazione in vista anche per la piazzetta davanti al PalaDiVittorio

Sta per scattare una vera e propria rivoluzione destinata a cambiare completamente il volto di via Di Vittorio, una delle arterie più trafficate e significative della città. La via verrà sottoposta a un totale restyling, a cominciare dall’asfalto fino alle piante, e sarà abbellita e ripulita la piazzetta davanti al ‘PalaDiVittorio’ attualmente soffocata da erbacce e sterpaglia. Niente più solchi e buche e, lato dolente ma obbligato, ci sarà anche il sacrificio di 23 pini le cui radici hanno sollevato gran parte della strada creando  dune pericolose per la circolazione di scooter e auto. “Ma le piante saranno subito sostituite con altre nuove e pregiate essenze – tiene subito a ribadire l’assessore ai Lavori pubblici Enrico Melasecche – siamo obbligati a tagliare quei pini perché, come indicato dalla comunità Montana, non è possibile tagliare solo le radici, gli alberi infatti sono molto alti e si determinerebbe uno scompenso sulla stabilità con rischi enormi di crollo. Noi, per legge, siamo quindi autorizzati dalla stessa comunità Montana a tagliare questi pini in quanto pericolosi”. Dunque, chiude secco l’assessore, nessun nuovo ‘caso via Lungonera’ quando il taglio dei pini di quella zona sollevò un putiferio. Ma andiamo per ordine. Via Di Vittorio sarà sottoposta a completa bitumazione con una radicale fresatura, verranno sistemati i marciapiedi, livellati i solchi. “Si procederà quindi con la fresatura della pavimentazione ormai disintegrata da almeno un quinquennio – dice l’assessore - e soggetta alla formazione generalizzata di buche e alla stesura a caldo del nuovo manto con la finitrice oltre ad alcune opere di urbanizzazione connesse. La piazzetta davanti all’impianto sportivo, ora invisibile, sarà ripavimentata, sistemata e illuminata, verranno eliminate le barriere architettoniche, ridaremo dignità a questa zona”. Il cantiere si aprirà tra una quindicina di giorni e i lavori dovrebbero durare circa un mese. La gara se l’è aggiudicata  un’impresa di fuori città e il costo dell’operazione si aggira intorno ai 200 mila euro da un mutuo incredibilmente ‘dimenticato’: “E’ frutto – spiega Melasecche - di un lavoro scientifico di riorganizzazione delle vecchie pratiche bloccate da anni che sta portando in pochi mesi ad altri risultati importanti con la riscoperta e il recupero di due vecchi mutui da 200mila euro ciascuno di cui il Comune pagava le rate dall’accensione del 2015, con cui andremo a rigenerare completamente la pavimentazione di principali tratti stradali della città. In questa cifra è compreso pure l’intervento per la piazzetta che costa circa 20 mila euro”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Concorsopoli, dimissioni Marini: dibattito a Palazzo Cesaroni. Voto: le ipotesi

  • Cronaca

    Curia, massoneria e sindacati: la “concorsopoli” non si fermi alle colpe della politica

  • Cronaca

    Concorsopoli, scena muta davanti al giudice. Domani tocca a Barberini e Bocci

  • Economia

    Fucine Umbre investe e rilancia: nuovo capannone industriale, possibili nuove assunzioni

I più letti della settimana

  • Superstrada Terni-Rieti, incidente mortale in galleria

  • Umbria, terremoto nella sanità: “decapitato” il Pd regionale

  • Furto fuori dalla discoteca, brutta serata per cinque giovani ternane

  • Panico in via Alfonsine, auto contromano sul cavalcavia di Cospea

  • Una parrucchiera ternana al 'Salone delle meraviglie' su Real Time

  • Scossa di terremoto in provincia di Perugia, avvertita anche a Terni

Torna su
TerniToday è in caricamento