Parco Cardeto, si va a nuova gara

Scaduto il tempo per trovare un'altra ditta. Ora si ricomincia daccapo e si dovrà indire un bando per completare l'opera. Finora è stato fatto il 71% di lavori previsti. Intanto i cittadini attendono

Per parco Cardeto si va a nuova gara. L’11 aprile, infatti, è scaduto il termine che era stato dato al Credito Sportivo (che sul parco ha erogato un mutuo) per scegliere una nuova impresa in grado di terminare i lavori. Una procedura scattata dopo che l’Anac, l’Autorità nazionale anti corruzione, su richiesta del Comune, ha effettuato verifiche sull’assetto societario dell’impresa incaricata a effettuare l’intervento, la Parco Cardeto Srl. Dalle verifiche sarebbe risultata l’avvenuta modifica dell’assetto societario, atto che per legge non può essere fatto senza avviso e prima del collaudo. Per evitare l’immediata rescissione del contratto “per inadempienze” la legge prevede una fase alternativa, ovvero il subentro di una nuova ditta, operazione che però non poteva essere effettuata né dal Comune né dall’impresa attuale, bensì dall’ente erogatore, ovvero il Credito Sportivo che vanta il suddetto mutuo. Nessuna impresa si è fatta avanti. “Stiamo preparando la delibera di risoluzione del contratto – dice l’assessore ai Lavori pubblici Enrico Melasecche – ora la Parco Cardeto Srl è obbligata alla restituzione dell’area e del cantiere”. Dal canto suo l’impresa in questione probabilmente tenterà di fare rivalsa, l’assessore  non si sbilancia ma conferma l’arrivo in Comune di lettere con tanto di firma di avvocato: “Il Comune – rimarca - ha cercato di fare il possibile affinché venissero terminati i lavori, ma non c’è stato verso e abbiamo perso tanti mesi a vuoto. Sono seguiti solleciti, richiami e applicazioni di penali da parte del Comune alla ditta, fino  ai contenziosi. Noi abbiamo sempre agito nella legalità e così continueremo a fare”.  I tempi non saranno brevissimi perché dovrà essere anche fatta una delibera di giunta che approvi la risoluzione contrattuale e poi indire il nuovo bando di gara, non prima però di avere effettuato tutte le necessarie verifiche sullo stato dell’area. Fino a oggi è stato fatto il 71% dei lavori previsti. Il parco è chiuso da sei anni. Al momento è fruibile solo una piccola porzione dell’area.

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate, la soluzione migliore per arredare il giardino

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Ecologia e colori brillanti, ecco la moda estate 2019

I più letti della settimana

  • Giovane ternano sfida il campione Nicolò Scalfi a 'Caduta Libera' su Canale 5

  • Incidente stradale sulla Marattana, coinvolti due autoveicoli

  • Incidente stradale, due auto coinvolte in via Narni

  • Martina Nasoni vince il GF#16, il cuore 'di latta' e la sua voglia di vivere sbaragliano tutti

  • Un architetto ternano alla corte dell'Expo di Dubai, secondo posto per costruire l'anfiteatro del futuro

  • Incidente stradale, impatto tra moto ed autoveicolo in Valnerina

Torna su
TerniToday è in caricamento