Passerella senza pace, sfondata la porta adiacente all’ascensore

Dal 2017 il collegamento tra il parcheggio e la basilica di San Valentino è inaccessibile per i pedoni, occorre attraversare le strisce pedonali in un punto piuttosto pericoloso

passerella

Un mese esatto alla giornata più attesa: il prossimo 14 febbraio la città di Terni festeggerà il suo santo patrono con una serie di iniziative che verranno presentate nei prossimi giorni. Resta irrisolta la questione della passerella che collega il parcheggio e la basilica. Concepita per poter permettere ai visitatori e residenti di potersi recare a San Valentino in tutta comodità non è attualmente agibile, a seguito delle problematiche emerse e contestuale chiusura nel 2017.

La porta sfondata adiacente all’ascensore

Naturalmente tutta la struttura è attualmente interdetta agli eventuali fruitori così come l’ascensore costruito per permettere di raggiungere la passerella senza percorrere le scale. Si può notare, come testimoniano le foto scattate nel corso della mattinata di ieri, come la porta adiacente al collegamento sia andata distrutta, nella parte inferiore. Impossibile conoscerne i motivi e risalire a quanto sia accaduto tutto ciò. Restano i problemi irrisolti e l’avvicinarsi della festività che, anche per quest’anno, non potrà beneficare della passerella in legno la quale si accinge a spegnere le sue prime venti candeline di esistenza, seppur inutilizzabile al momento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lotta all’infarto, a Terni una scoperta rivoluzionaria: è colpa di un batterio

  • Bollo auto e documenti di circolazione, cosa è cambiato con il 2020

  • “Ho mal di pancia”, ma è incinta: bambina di dodici anni ricoverata in ospedale

  • Mistero sopra il cielo della conca ternana: “Una scia di piccole luci tutte alla stessa distanza”

  • Lutto a Gabelletta, è scomparso Veliero Fidenzi: “Un punto di riferimento per tutti”

  • Terni, agguato nella notte: accoltellato al petto per una resa dei conti, arrestato il colpevole

Torna su
TerniToday è in caricamento