Terni, dalla morte alla vita: reni, fegato e cornee di Patrizia donano una speranza ad altri pazienti

Primo trapianto di organi in era Covid all’azienda ospedaliera Santa Maria. Novemila persone in lista d’attesa. Commissari: grazie ai famigliari di questa donna

Patrizia qualche giorno fa è stata ricoverata in condizioni gravissime al reparto di rianimazione dell’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni. Ieri, 28 maggio, la sua morte è diventata vita nuova e segno di speranza per tanti altri pazienti.

Il nome è di fantasia ma la storia è vera e rappresenta il primo trapianto di organi in era Covid e in questo 2020 per l’ospedale cittadino. Dopo il decesso della donna, 56 anni, i suoi familiari hanno immediatamente espresso la loro volontà alla donazione di reni, fegato e cornee.

Al termine del periodo di osservazione e degli esami previsti dalla legge per l’accertamento di morte cerebrale, eseguito in terapia intensiva dalla commissione medica, gli organi sono stati espiantati da una equipe proveniente da Ancona e dai chirurghi oculisti dell’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni.

Si tratta del primo prelievo di organi del 2020 per l’ospedale di Terni, ed in era Covid, ma è un segnale importante, soprattutto se si considera che sono quasi 9mila le persone che aspettano un organo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“A nome della direzione e della comunità -  dice la responsabile della struttura di anestesia e rianimazione Rita Commissari – ringrazio i familiari della signora, che hanno manifestato sin da subito la volontà alla donazione degli organi. Se è vero che in Italia la pandemia da Coronavirus ha in qualche misura frenato le donazioni e i trapianti di organi, sarà altrettanto vero che la sensibilità e il senso di solidarietà che questa emergenza ha sollecitato tra i cittadini potranno far crescere anche il consenso al prelievo per le donazioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ternana-Avellino 0-0, rossoverdi al secondo turno preliminare dei Play Off

  • Incidente stradale, scontro frontale tra due auto: due fratelli perdono la vita

  • Chiude storica attività del centro cittadino a Terni: un altro piccolo pezzo della città ‘romantica’

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi nel ternano: “Previsti ulteriori tamponi oltre il nucleo familiare coinvolto”

  • Lutto nel mondo dello sport ternano: è scomparso lo specialista Giampaolo Cerasoli: “Se ne è andato troppo presto”

  • Terni, marito e moglie positivi al Covid: scatta l’isolamento, ricostruita la possibile catena dei contagi

Torna su
TerniToday è in caricamento