Cinquantanni dalla parte dell’ambiente, Pro Natura Terni taglia il traguardo del mezzo secolo di vita

La collaborazione con le scuole, le iniziative di sensibilizzazione per i cittadini e le battaglie contro “l’indiscriminato abbattimento degli alberi cittadini”: l’associazione festeggia sabato in Bct con un convegno

Flavio Frontini con Anna Maria Rulli e Paola Faina

Pro Natura Terni spegne 50 candeline e festeggia il compleanno con il convegno su “Tutela e valorizzazione dell’ambiente alimentando nell’uomo l’amore ed il rispetto attraverso la conoscenza” che si terrà in Bct sabato 19 ottobre alle 9.30.

Dopo i saluti di Anna Maria Rulli, presidente Pro Natura Terni, del sindaco Leonardo Latini e dell’assessore all’ambiente Benedetta Salvati, interverranno Pierlisa Di Felice, vicepresidente della federazione nazionale Pro Natura, Roberto Deli, fondatore di Pro Natura Terni, Flavio Frontini, presidente onorario, il consigliere, Maria Teresa Troiano e gli studenti Jasjit Singh e Alessandro Caselli del liceo Galilei di Terni.

Nel corso del convegno saranno presentati i lavori sui temi dell’ambiente realizzati nell’ambito del progetto alternanza scuola-lavoro.

Fondata nel 1969 per volontà di Roberto Deli, Paolo Maria Marianeschi, Umberto Boni, Marzia Briganti, Maria Antonietta Fiorelli e Teresa Fioretti, Pro Natura Terni è giunta al traguardo dei cinquanta anni.

Il primo presidente, Roberto Deli, lasciò il testimone a Flavio Frontini, che ha guidato l’associazione fino a sei mesi fa.

La presidente, Anna Maria Rulli sottolinea che “nel tempo le iniziative hanno cercato di acuire la sensibilità delle persone verso la natura e l’ambiente: dalle visite guidate ai siti di interesse ecologico ai concorsi fotografici, dal progetto Aulabus alla donazione alle scuole, ad enti pubblici, alla casa circondariale di alberi da piantumare”.

L’associazione ha collaborato con le scuole realizzando orti e laghetti didattici e tenendo lezioni sulla gestione corretta dei rifiuti e la manutenzione corretta del verde, ha tenuto oltre trenta corsi di micologia, meteorologia, orticoltura, giardinaggio e potatura, ha creato con le altre associazioni ambientaliste il gruppo “Mille alberi per Terni” e una rete di ambientalisti locali che si sono mossi contro l’indiscriminato abbattimento degli alberi cittadini.

Di recente ha ripristinato il giardino del palazzo Mazzancolli, sede dell’Archivio di Stato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzi morti, c’è un sospetto: ternano in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Il silenzio e poi le urla di dolore: Terni sotto shock per la morte di due ragazzini, indagini a tutto campo

  • Cronaca di Terni, tragica scomparsa di due adolescenti. Le reazioni: “Sgomento e dolore. Giornata di lutto cittadino”

  • Cronaca di Terni, trovati morti due adolescenti di 15 e 16 anni

  • La ‘Miami’ di Terni tra nudismo, tossicodipendenza e degrado. La denuncia dei residenti: “Siamo esasperati”

  • Incidente stradale, scontro frontale tra due auto: due fratelli perdono la vita

Torna su
TerniToday è in caricamento