SPECIALE EUmbria – Novità per tutti i papà umbri, la proposta Ue: dieci giorni di permesso per il congedo di paternità

Il provvedimento fa parte di un pacchetto di misure a salvaguardia dei diritti famigliari. Allarme culle vuote: nascite calate del 26% in un decennio

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto FISE-Europe Direct Terni – Comune di Terni – Università di Perugia, con il cofinanziamento della Commissione Europea

eumbriatoday-logo-3

Il 26 gennaio 2019 è stato raggiunto un importante accordo tra il Consiglio dell’Ue ed il Parlamento europeo.

Si tratta della proposta di direttiva relativa all’equilibrio tra attività professionale e vita domestica. L’atto punta a coinvolgere non soltanto le figure genitoriali, ma anche i prestatori di assistenza familiare.

Se la nuova normativa europea andrà in porto, i padri avranno la possibilità di usufruire di un congedo di paternità di almeno 10 giorni nel periodo della nascita del bambino, e di due mesi di congedo parentale nei primi anni di vita del piccolo, tuttavia non trasferibili da un genitore all’altro.

Il congedo di paternità dovrà essere riconosciuto e retribuito allo stesso livello di quello di maternità, a patto che si siano svolti precedentemente almeno sei mesi di servizio lavorativo. A poterne usufruire non sarà solamente il papà, ma, in alternativa, la figura genitoriale di riferimento diversa dalla mamma.

L’importante accordo raggiunto fa parte di una serie di misure tese a concretizzare l’impegno dell’Ue alla salvaguardia dei diritti familiari, migliorando l’accesso a congedi e ad un lavoro più flessibile ed incoraggiando uomini e donne a condividere in modo paritario le responsabilità familiari.

In un’Umbria, in continua recessione demografica dal 2009 (dove le nascite sono calate in un decennio del 26%) avere un più ampio respiro nella richiesta di congedi, potrà aiutare le giovani coppie a sentirsi più sicure? Il nuovo accordo punta infatti ad incoraggiare uomini e donne a condividere in modo paritario le responsabilità familiari, migliorando così il fragile equilibrio tra vita e lavoro per i genitori e per tutti coloro che devono assistere dei congiunti.

Leggi gli altri articoli di EUmbria

Migranti e accoglienza, ecco come funziona lo Sprar di Terni

FISE-EUmbria, un progetto per portare l''Europa a casa tua

Dalla Bicocca di Milano a Sant’Anatolia per fare la tesi sugli “ecomusei”, che salvano comunità e tradizioni

L’Europa finanzia “le imprese culturali e creative”: 3 milioni per il primo bando in Umbria

Un Terremoto di Solidarietà dopo quello di macerie: giovani da tutta Europa per aiutare Norcia

Terni e Foligno tra carri e toques blanches: l'Umbria nell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale

L’Unione europea sostiene il microcredito locale tramite la Regione: dal 3 dicembre le richieste

“Ecco come sarà ricostruita la Basilica di San Benedetto a Norcia: dalla Ue tanti fondi di solidarietà”

Nel 2019 si vota per il rinnovo del Parlamento Europeo: ecco come esprimere un voto informato e libero

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Unione Europea e futuro: una tre giorni a Perugia per avvicinare i giovani al mondo del lavoro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzi morti, c’è un sospetto: ternano in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Il silenzio e poi le urla di dolore: Terni sotto shock per la morte di due ragazzini, indagini a tutto campo

  • Cronaca di Terni, tragica scomparsa di due adolescenti. Le reazioni: “Sgomento e dolore. Giornata di lutto cittadino”

  • Cronaca di Terni, trovati morti due adolescenti di 15 e 16 anni

  • Flavio e Gianluca, adesso la parola passa alla scienza: quattro ore di autopsia per spiegare la tragedia

  • Flavio e Gianluca, basta lacrime ipocrite: non serve il lutto cittadino, bisogna vietare l’ingresso agli spacciatori

Torna su
TerniToday è in caricamento