Terni verso il 2019, apertura di 4 cantieri e conferenza programmatica a primavera

Melasecche annuncia l’apertura di quattro gare d’appalto tra cui quella per il restauro dei mosaici della fontana di piazza Tacito e per le scuole Carducci e Donatelli

“Nonostante le perduranti difficoltà legate soprattutto allo stato di dissesto del Comune, il 2019 dovrà essere per l’amministrazione di palazzo Spada l’anno in cui cominciare a dispiegare concretamente il proprio programma”. Lo si legge in una nota dell’amministrazione comunale di Terni diffusa stamattina.

Ultimo giorno dell’anno, è tempo della lista dei buoni propositi per il 2019. A farla è l’assessore ai lavori pubblici Enrico Melasecche che, ricevendone comunicazione dal funzionario dell’ufficio competente, annuncia la conclusione di “iter molto complessi” e l’apertura di quattro gare d’appalto.

I cantieri

Primo fra tutti spicca il bando di gara per il restauro dei mosaici della fontana di piazza Tacito: la scadenza presentazione offerte è fissata al 16 gennaio 2019, mentre l’apertura al 17 gennaio – il giorno dopo.                                

Seguono i cantieri per la scuola Carducci e per il liceo Donatelli a Terni. Dulcis in fundo, il risanamento del centro nautico D’Aloja a Piediluco.                       

La conferenza

Per il 2019 il Comune di Terni annuncia anche la convocazione di una conferenza programmatica cittadina entro primavera “per progettare presente e futuro con il contributo di tutti gli stakeholders interessati”.

 “In questi primi complicatissimi mesi di governo non sono mancati dei primi segnali, tuttavia ci aspettano sfide importanti e situazioni delicate da affrontare. Ci vorrà tempo, ma l’ente Comune dovrà tornare a svolgere, progressivamente, un ruolo centrale e di coordinamento per il rilancio territoriale”.

“Per questo – continua la nota - accogliendo anzitutto le spinte e i suggerimenti che ci vengono dal mondo dell’associazionismo produttivo e di categoria, l’amministrazione comunale intende farsi soggetto propulsore di una grande conferenza programmatica territoriale, da svolgersi in una o due giornate a Terni, entro la primavera prossima”.

Nodi al pettine

“Un confronto necessario e mirato, tra gli stakeholders interessati, su temi dirimenti e su alcune priorità decisive per lo sviluppo e l’identità del comprensorio ternano nei prossimi mesi e anni. Turismo, commercio e artigianato, riqualificazione urbana e ambiente, innovazione, logistica e trasporti, infrastrutture, beni culturali e contenitori creativi, sono gli ambiti in cui intendiamo misurarci con tutte le forze vive e propositive della città e del suo comprensorio, con le altre amministrazioni municipali del territorio. Siamo convinti che, pur nella differenza di ruoli e funzioni, la strada del confronto schietto e costruttivo, della condivisione possibile di progetti e obiettivi, sia l’unica percorribile per rialzare una comunità già ampiamente provata”.

Potrebbe interessarti

  • Laghi in Umbria, per un bagno rinfrescante o una passeggiata nella natura

  • Casa nel caos? Niente paura, arrivano i metodi per imparare a tenere tutto a posto

I più letti della settimana

  • Terrore in California, imprenditore ternano fra le pallottole di una sparatoria

  • Terremoto nella notte, l’epicentro fra Acquasparta e Massa Martana

  • Tragico incidente, muore travolto dal proprio trattore

  • La vincitrice del Grande Fratello Martina Nasoni: "Dovrò operarmi nuovamente"

  • Giovani disoccupati, arriva l’assegno di “aiuto alla persona”: 300 euro al mese dalla Regione

  • Uomo trovato morto in un campo, indaga la polizia scientifica

Torna su
TerniToday è in caricamento