Lavoro e sviluppo, riparte il sogno Leolandia

Invitalia ha riaperto l'istruttoria sul progetto per realizzare a Narni il parco giochi che garantirà 250 posti di lavoro. E intanto arriva il premio come "Parco dell'anno"

Il parco di Leolandia a Capriate

Riparte il sogno Leolandia. Invitalia ha infatti riaperto l'istruttoria sul progetto presentato dalla società Leolandia Umbria per realizzare il parco giochi a San Liberato di Narni, a tre chilometri dal casello autostradale di Orte. Ad agosto scorso, come aveva segnalato il vicepresidente della Regione, Fabio Paparelli, l'agenzia governativa aveva sospeso la lavorazione della pratica per la mancanza di risorse nell'ambito del contratto di sviluppo turistico vale a dire la forma scelta per mettere insieme i fondi di ministero dello Sviluppo economico e della Regione stessa.

La buona notizia è che ora la pratica è di nuovo aperta e che nei prossimi giorni, forse già la prossima settimana, dovrebbe esserci un incontro a Roma tra i rappresentanti della società Leolandia Umbria e Invitalia per analizzare la documentazione presentata alla fine di luglio e che dovrà passare al vaglio del Mise. Questo intoppo ha rallentato il cronoprogramma che prevedeva già a settembre la firma del contratto di sviluppo per poi dare il via a tutto il progetto. L'obiettivo era quello di inaugurare il nuovo parco nella primavera del 2020. Un'opportunità di lavoro e sviluppo per il territorio visto che l'arrivo di Leolandia a Narni, un investimento di 36 milioni di euro, dovrebbe portare circa 250 posti di lavoro di cui almeno 181 a tempo indeterminato. 

Leolandia "parco dell'anno"

Intanto Leolandia è stato insignito soltanto nei giorni scorsi del premio "Parco dell'anno" nell'ambito della 17esima edizione "Parksmania Awards 2018" organizzato dalla testata giornalistica specializzata Parksmania.it. E il parco di Capriate San Gervasio, in provincia di Bergamo, ha ottenuto un riconoscimento speciale anche per la nuova area "La foresta di Mashe e Orso" che sta spopolando tra i piccoli turisti del divertimento. 

Una curiosità. Come noto al centro del parco di Leolandia, che prima si chiamava proprio "Minitalia", è riprodotta la penisola italiana con le città e i monumenti più importanti del nostro Paese. In Umbria si trova solo Orvieto, rappresentata dal Duomo e dal palazzo del Popolo. Forse sarà il caso di inserire anche la rocca di Narni?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Samanta Togni si sposa e svela lo speciale testimone di nozze: “Sabato si avvicina”

  • Spaccato di ternanità a Radio Deejay, arriva: “Chi vuol essere ternano”. I detti più esilaranti della conca

  • La ricerca, le donne ternane sono tra le più trasgressive d’Italia: ecco i luoghi insoliti per fare l’amore

  • Samanta Togni ha detto sì, matrimonio da favola con Mario Russo

  • Musicista ternano che vive in Cina: “Mia moglie sta rischiando la vita combattendo per il bene di tutti”

  • Maxi operazioni dei carabinieri, trentotto arrestati (anche a Terni): c’è anche l’ex boss Salvatore Nicitra

Torna su
TerniToday è in caricamento