Treni sicuri, in un anno 10.926 pattuglie in stazione e quasi 1.650 a bordo

I dati del compartimento polizia ferroviaria per le Marche, l'Umbria e l'Abruzzo di Ancona. Rintracciati 32 minori in stato di abbandono

Un anno in viaggio. Nel vero senso della parola, soprattutto in treno: è il lavoro del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo di Ancona per garantire la sicurezza dei cittadini e dei viaggiatori, attraverso la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni delittuosi in ambito ferroviario.

“Nel corso dell’anno sono state impiegate 10.926 pattuglie in stazione e quasi 1.650 a bordo treno – si legge nella nota – sono stati scortati complessivamente più di 3.300 convogli ferroviari (con una media di circa 9 treni al giorno) e predisposti circa 500 servizi antiborseggio in abiti civili sia negli scali che sui convogli e, grazie a tale dispositivo, la Specialità ha tratto in arresto ed indagato in stato di libertà rispettivamente 25 e 322 persone riducendo notevolmente, rispetto al 2017, il fenomeno dei cd reati predatori (furti e rapine)”.

Un altro problema su cui si è concentrata la polizia ferroviaria è l’attività di contrasto ai furti di rame, “che in ambito ferroviario spesso significano ritardi alla circolazione dei treni e consistenti disagi per i viaggiatori” e si è tradotta in oltre 200 controlli ai centri di raccolta e recupero metalli e in circa 1500 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie. “Il fenomeno ne è risultato drasticamente ridimensionato, con 10 furti appena nell’arco dell’anno”.

Nel corso del 2018 il personale del Compartimento Polfer “Marche, Umbria ed Abruzzo” ha identificato e controllato 56.310 persone (incrementando di circa il 20% il dato del 2017), rintracciato 32 minori in stato di abbandono e “realizzato numerose iniziative di educazione alla legalità, allo scopo di sviluppare, soprattutto nei minori, la cultura della sicurezza, propria ed altrui, in ambito ferroviario e di contribuire alla riduzione degli eventi incidentali che hanno visto coinvolti, in particolar modo, proprio i più giovani”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di qui la campagna “Train…to be cool”, con la quale gli operatori della Polizia Ferroviaria hanno incontrato centinaia di studenti delle scuole medie e superiori. “L’attività di prevenzione appena descritta si è naturalmente accompagnata ad una costante attività di vigilanza, particolarmente rafforzata – conclude la nota – nel segno della massima visibilità, e del senso di sicurezza percepita, dal momento che le stazioni sono il luogo in cui transitano giornalmente decine di migliaia di persone”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cronaca di Terni, trovati morti due adolescenti di 15 e 16 anni

  • Il silenzio e poi le urla di dolore: Terni sotto shock per la morte di due ragazzini, indagini a tutto campo

  • La ‘Miami’ di Terni tra nudismo, tossicodipendenza e degrado. La denuncia dei residenti: “Siamo esasperati”

  • Incidente stradale, scontro frontale tra due auto: due fratelli perdono la vita

  • Ternana-Avellino 0-0, rossoverdi al secondo turno preliminare dei Play Off

  • Chiude storica attività del centro cittadino a Terni: un altro piccolo pezzo della città ‘romantica’

Torna su
TerniToday è in caricamento