Un fenomeno sociale cambia il volto alla città dell'acciaio

La decisione senza precedenti adottata dalla società Ternana calcio modifica le abitudini dei ternani, ecco come

La decisione è senza precedenti nella storia sportiva di una società professionista. Come è noto, al termine dello scorso mese di maggio la Ternana calcio ha comunicato date e prezzi della campagna abbonamenti 2019/2020. I costi sono irrisori, mai praticati in precedenza, con l’intento di riportare la gente sugli spalti, dopo annate caratterizzate da enormi delusioni calcistiche (salvo qualche sporadico periodo)

Cambiano le abitudini dei ternani

C’è un primo risultato significativo: superato il traguardo delle 10 mila tessere, un vero e proprio fenomeno sociale che ha riguardato quasi il 10% dell’intera popolazione. Naturalmente i prezzi adottati – 10, 8 e 5 euro – hanno facilitato enormemente l’acquisto degli abbonamenti; afflusso concentrato tra la giornata di lunedì e giovedì tra ‘assalto’ ai botteghini, utilizzo del portale vivaticket e le rivendite.

E’ curioso ora capire come si modificheranno le abitudini dei sottoscrittori ragguagliate all’andamento della stagione; come per dire: toccherà ai ragazzi di Fabio Gallo mantenere vivo l’interesse di chi allo stadio, non è abituale frequentatore. La Lega pro, come è noto, organizza il torneo seguendo la rotazione: sabato e domenica ad orari differenti. I rossoverdi dovrebbero esordire in casa l’ultima settimana di agosto; tuttavia orari e date sono da stabilire. Si tornerà a vivere l’atmosfera del Liberati: parcheggi sold out, circolazione frenetica nei pressi dell’impianto, afflusso notevole ai tornelli. I beneficiari saranno anche gli esercizi commerciali, nei pressi del Liberati, per il classico panino e bibita o pezzo di pizza da gustare da soli od in compagnia. Altro elemento caratterizzante riguarderà il 'deserto' della città. Capitava spesso quando giocava la Ternana negli anni di Borgobello e Zampagna; una moda tornata progressivamente in auge con la promozione targata Domenico Toscano. Prima, durante e poco dopo le gare si noterà il calo di presenti nei centri commerciali così come lungo il centro cittadino. Naturalmente spiccheranno altri elementi di tale fenomeno: l’aggregazione e la condivisione dell’evento, sotto molteplici sfaccettature, elementi preponderanti nel seguire le manifestazioni sportive.

Rispetto al passato però qualcosa cambierà. Non servirà la caccia al posto migliore perché ogni abbonato potrà beneficiare di quello che gli è stato assegnato. Tutto il discorso fatto però dovrà essere corroborato da immediate prestazioni positive dei rossoverdi, altrimenti ci sarà un lento quanto inesorabile distacco. Una carta, quella giocata dal club di via della Bardesca, sotto certi punti di vista anche rischiosa, la quale comporta una responsabilità enorme. Quantomeno però, al momento, ha restituito un minimo di interesse alla Ternana ad una città che aveva bisogno di spostare l’attenzione dai problemi quotidiani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli operai dell’Acciai Speciali Terni a Carta Bianca su Rai 3: “Salvini ha perso una grande occasione”

  • Terni on, la notte bianca è iniziata: le foto e gli eventi della serata

  • Elezioni regionali, il sondaggio: il centrodestra è in testa, ma l’asse giallorosso è a un soffio

  • Foro boario, il mercato chiude i battenti: via gli operatori entro la fine dell’anno

  • I vigili del fuoco salvano una ragazza finita nel fiume Nera

  • Elezioni regionali, l’alleanza giallorossa scommette sulla candidatura di Fausto Cardella

Torna su
TerniToday è in caricamento