Ammoniaca, come sfruttarla a meglio e in sicurezza per la pulizia di casa

E' un potente prodotto chimico capace di smacchiare e igienizzare, ma bisogna usarla con molta cautela. Ecco alcuni utilizzi in casa

L’ammoniaca si presenta come un gas incolore, tossico, dall'odore forte e molto riconoscibile. Essendo particolarmente solubile, è perfetto in casa come detergente in moltissimi ambiti. A contatto con l’aria però può intaccare l'alluminio, il rame, il nichel e le loro leghe, quindi va utilizzata con molta cautela. Ad esempio nell’utilizzo domestico non va mai mischiata con la candeggina, perché produrrebbe una reazione chimica molto tossica.

Quando utilizzate l’ammoniaca in casa, dovete aver cura di ventilare molto gli ambienti, utilizzare guanti e coprire anche ogni parte del corpo: infatti dal contatto con la pelle potrebbe, in alte dosi, persino provocare ustioni. Se la si utilizza in un ambiente senza ventilazione, è bene proteggersi con una mascherina per il naso e la bocca.

L’ammoniaca, infine, va sempre utilizzata diluita, poiché pura potrebbe rovinare molte superfici.

Ammoniaca per pulire la cucina

Alcuni utilizzi dell'ammoniaca nell'ambiente più vissuto della casa, la cucina.

  • Negli accumuli di sporco come ad esempio le griglie del forno, l’ammoniaca è perfetta.
  • Sui pensili della cucina un po’ unti, passate una pezza imbevuta di acqua e ammoniaca e dopo risciacquate.
  • Anche il lampadario della cucina, sul quale si deposita spesso il grasso, può essere pulito con la stessa soluzione.
  • La ventola della cucina tornerà nuova, dopo averla spolverata con un pennello, se vi passerete lo stesso intriso di acqua e ammoniaca.

Pavimenti del balcone

Pulite prima con la scopa il pavimento del balcone, poi lavatelo con acqua tiepida e ammoniaca, senza aggiungere assolutamente altri detergenti. L’ammoniaca vi aiuterà anche per eliminare eventuali escrementi di piccioni e altri uccelli, igienizzando il vostro balcone.

Tappeti come nuovi

Iniziate sbattendo bene i tappeti e lasciandoli all’aria per un po’. Passate quindi un panno imbevuto con la solita soluzione di acqua e ammoniaca, nella misura di un cucchiaio per litro d’acqua. Se i tappeti sono particolarmente pregiati, allungate ulteriormente la soluzione con l’acqua (un cucchiaio di ammoniaca per tre litri di acqua). Non versate mail la soluzione direttamente sul tappeto, ma utilizzate sempre il panno.

Pulizia di pettini e spazzole

Lasciate in ammollo per una notte i vostri pettini e le vostre spazzole in una bacinella di acqua tiepida con due cucchiai di ammoniaca e qualche scaglia di sapone di Marsiglia. Poi sciacquateli e lasciateli asciugare: saranno come nuovi.

Via la muffa dalle poltrone di vimini

Se riaprendo la casa al mare trovare le poltrone di vimine piene di muffa, l’ammoniaca vi aiuterà a risolvere il problema: passate sulle chiazze un panno imbevuto di ammoniaca diluita, facendo attenzione però a non far penetrare il liquido nel vimini, per evitare che se ne alteri il colore.

Scarpe da ginnastica che non puzzano più

Per eliminare quell’intollerabile odore dalle scarpe da ginnastica, passate un batuffolo di cotone imbevuto di ammoniaca dentro di esse. Fate asciugare bene e ripetete l’operazione quando vi sembra sia necessario. L’ammoniaca vi aiuta anche a pulire scarpe con colorazioni particolari, come quelle dorate; ma per ottenere un effetto lucidante, risciacquate poi la superficie esterna dove avete passato un panno imbevuto di acqua e ammoniaca.

Smacchia il bucato senza decolorare

Macchie di sudore o residui di cibo spariranno dal vostro bucato se aggiungete al lavaggio un cucchiaio di ammoniaca al posto dell’ammorbidente. L’ammoniaca ha infatti un forte potere sgrassante, me diversamente dalla candeggina non toglie i colori ai capi.

Cromature di nuovo brillanti

Specie su quelle delle auto o delle moto, compaiono spesso delle macchie e aloni. Usate allora una soluzione con 15 parti di acqua e una di ammoniaca e passate uno straccio imbevuto di questa soluzione sulle cromature. Torneranno come nuove.

Oggetti in vetro e cristallo

Per togliere l’opacità dai bicchieri, ad esempio, lavateli con la solita miscela di acqua e ammoniaca, avendo cura di asciugarli con un panno che non graffi e non lasci pelucchi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ammoniaca, come sfruttarla a meglio e in sicurezza per la pulizia di casa

  • L'alcol denaturato e i suoi utilizzi per la pulizia della casa: una guida

Torna su
TerniToday è in caricamento