Aggredito da tre giovani in pieno centro, commerciante all'ospedale

Nella notte scorsa un noto esercente del centro è stato pestato a sangue da tre ragazzi che poi si sono dati alla fuga: "Mi avevano chiesto una sigaretta e io non l'avevo, poi li ho visti addosso" ha raccontato il ternano che è stato costretto ad andare al pronto soccorso. La denuncia in questura

Aggredito e malmenato. La vittima è un noto commerciante ternano del centro, costretto a ricorrere alle cure del Santa Maria. Dell’uomo conosciamo le generalità che però non mettiamo perché ci ha chiesto di restare anonimo probabilmente per paura di possibili ritorsioni, rispettiamo il suo volere ed evitiamo di riportare elementi che potrebbero ricondurre alla sua identità.

L’aggressione è avvenuta venerdì notte, intorno alle 22, in corso Vecchio, dunque in pieno centro. Secondo quanto riferito è stato avvicinato da tre giovani di colore. “Stavo fumando e mi hanno chiesto una sigaretta – ha raccontato – ho risposto che non ne avevo più ma non mi hanno creduto e hanno iniziato a insultarmi mentre si accostavano con fare minaccioso”. A quel punto l’uomo avrebbe cercato di difendersi ed è sorto un parapiglia generale. “Mi hanno dato un pugno sull’occhio”, ha concluso. Poi la fuga. Il commerciante si è recato al pronto soccorso e si è fatto medicare. Una brutta avventura che punta l’obiettivo sulla sicurezza del centro, una delle tante questioni, tra l’altro, posta sul tavolo del confronto con l’amministrazione proprio dai commercianti delle zone centrali che nello stesso momento dell’aggressione subìta dal loro collega si trovavano in un locale poco distante per discutere sulla costituzione, poi avvenuta, del comitato spontaneo ‘Terni Centro’. Il commerciante aggredito ha sporto denuncia in questura. Le indagini sono già state avviate. Spetterà dunque agli agenti della polizia di Stato trovare i responsabili e fare chiarezza sull’esatta dinamica dei fatti. Utili a tale scopo saranno sicuramente le immagini registrate dalle videocamere di sicurezza posizionate nella via e all’esterno di qualche esercizio commerciale. Al momento dell’aggressione, come raccontato dalla vittima, l’uomo si trovava solo e sembra anche che in quel momento nessuna passasse lungo corso Vecchio, altra questione posta sempre dai commercianti in tema di sicurezza: “Se i negozi chiudono hanno più volte rimarcato - le vie diventano sempre più buie e deserte aumentando, di conseguenza, anche il pericolo di fare incontri decisamente spiacevoli.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Concorsopoli, dimissioni Marini: dibattito a Palazzo Cesaroni. Voto: le ipotesi

  • Cronaca

    Curia, massoneria e sindacati: la “concorsopoli” non si fermi alle colpe della politica

  • Cronaca

    Concorsopoli, scena muta davanti al giudice. Domani tocca a Barberini e Bocci

  • Economia

    Fucine Umbre investe e rilancia: nuovo capannone industriale, possibili nuove assunzioni

I più letti della settimana

  • Superstrada Terni-Rieti, incidente mortale in galleria

  • Umbria, terremoto nella sanità: “decapitato” il Pd regionale

  • Furto fuori dalla discoteca, brutta serata per cinque giovani ternane

  • Panico in via Alfonsine, auto contromano sul cavalcavia di Cospea

  • Una parrucchiera ternana al 'Salone delle meraviglie' su Real Time

  • Scossa di terremoto in provincia di Perugia, avvertita anche a Terni

Torna su
TerniToday è in caricamento