Controlli a raffica, i carabinieri denunciano tre 'lucciole'

Poco più che ventenni, le due ragazze non hanno rispettato il divieto di ritorno. I controlli proseguono in tutta la provincia

Durante la giornata di ieri vari equipaggi del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Orvieto hanno svolto un servizio straordinario di prevenzione e repressione mirato, nello specifico, ad arginare, proprio nei luoghi di incontro fra “domanda e offerta”, il fenomeno della prostituzione che purtroppo vede non di rado protagoniste anche ragazze poco più che maggiorenni. Nel corso del servizio i militari hanno identificato fra le altre 3 prostitute che sono state deferite in stato di libertà per aver disatteso il provvedimento di divieto di ritorno per 3 anni nel comune di Orvieto già emesso nei loro confronti dal questore di Terni. Le tre “lucciole”, tutte di origine rumena e due delle quali poco più che ventenni, sono state sorprese dagli operanti nei pressi del parcheggio adiacente la stazione ferroviaria, uno dei luoghi maggiormente deputati a tale triste “mercimonio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Samanta Togni presenta il nuovo fidanzato: "Ci siamo conosciuti per caso sul treno"

  • Scomparso da quasi un anno, ritrovato su un treno a Pisa. I poliziotti: era smarrito e confuso

  • Incidente stradale, uomo estratto dalle lamiere dopo impatto a tre

  • Incidente stradale, moto contro furgone: schianto terribile, ternano trasferito d’urgenza all’ospedale di Firenze

  • Nuova gestione per un locale storico della movida ternana

  • Alcantara, sessanta dipendenti a rischio mancata riconferma: “Seriamente preoccupati”

Torna su
TerniToday è in caricamento