Montagna maledetta, alpinista ternano muore dopo tre mesi di agonia

A fine dicembre Riccardo Fioroni era rimasto vittima di un incidente sul monte Ocre in Abruzzo: le ferite non gli hanno lasciato scampo

Non ce l’ha fatta Riccardo Fioroni, ingegnere ternano di 68 anni con la passione per la montagna, che alla fine dello scorso mese di dicembre era rimasto vittima di un grave incidente sul monte Ocre, nei pressi di Rocca di Cambio, in Abruzzo.

Era il 28 dicembre, una settimana dopo l’incidente che sul monte Terminillo era costato la vita a Giuseppe Sperandio, un altro escursionista ternano, quando Fioroni assieme ad un compagno di cordata precipitò per circa 150 metri in un canalino innevato.

LEGGI – La cronaca dell’incidente

Fu l’amico, travolto dalla caduta di Fioroni ma senza gravi conseguenze, ad allertare i soccorsi. Sul posto arrivarono gli uomini del Soccorso alpino dell’Abruzzo che riuscirono a recuperare Fioroni, che nella caduta aveva riportato un trauma cranico e una lesione della vertebra cervicale – e a trasportarlo all’ospedale San Salvatore de L’Aquila.

Da qui, il trasferimento al Santa Maria di Terni, dove Fiorini è rimasto ricoverato e dove, nella notte di giovedì, è avvenuto il decesso.

Oggi pomeriggio, venerdì 12 aprile, sono in programma i funerali alla chiesa di San Salvatore a Terni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fine di un'era, chiude storico locale del centro di Terni: "Costi elevati e nessun incentivo"

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Morgan rifiuta la proposta di Terni città futura: “Mi permetto di sconsigliarvi il duplice invito”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Ternano nell’area al centro del contagio da Coronavirus: “Paura c’è. La percezione è diversa dalla realtà”

Torna su
TerniToday è in caricamento