Caos Briccialdi, le Rsu annunciano: fine dell’occupazione

Dopo cinque giorni e quattro notti l’istituto musicale torna alla normalità. Adesso si apre la partita della statalizzazione

Finisce una battaglia anche se la “guerra” non è conclusa. Sospesa l’occupazione dell’istituto musicale “G. Briccialdi” di Terni dopo cinque giorni e quattro notti. La decisione arriva dopo l’incontro che le Rsu dell’istituto hanno avuto nella giornata di ieri con il sindaco e il vicesindaco del Comune di Terni, Leonardo Latini e Andrea Giuli. “Un segnale molto importante di collaborazione - si legge in una nota stampa diramata dalla RSU del Briccialdi - che si aggiunge ai colloqui avvenuti negli ultimi giorni con il vicepresidente della Regione Umbria e la presidente dell’istituto”.

I docenti dell’istituto - prosegue la nota - danno atto a tutte le istituzioni coinvolte di aver riconosciuto l’importanza dell’occupazione messa in atto dai dipendenti del Briccialdi e votata all’unanimità dall’assemblea dei lavoratori, attribuendo la necessaria attenzione alle preoccupazioni espresse dal corpo docente e impegnandosi in un confronto che coinvolga tutte le istituzioni interessate al Briccialdi, anche in base a quanto formalmente richiesto dalle organizzazioni sindacali nazionali Flc CGIL e Uil Scuola Rua. Pertanto annunciamo l’immediata sospensione dell’occupazione dell’istituto, pur mantenendo lo stato di agitazione”.

Il riconoscimento del ruolo dei docenti dell’istituto Briccialdi - si legge ancora - e la possibilità di contribuire attivamente nel processo di statalizzazione dell’istituto, che porterà una volta per tutte alla soluzione dei problemi, saranno la garanzia della nostra vigilanza, nei prossimi mesi, affinché la disponibilità e il supporto avuto da tutte le istituzioni, in questi giorni di occupazione, si concretizzino in un risultato definitivo. Ringraziamo ancora i docenti che, con grande senso di responsabilità e sacrificio, sono rimasti nell’istituto cinque giorni e quattro notti e che da oggi potranno tornare alla vita di tutti i giorni. La coerenza dimostrata nel mantenere la scelta iniziale di occupare, anche nei momenti di inevitabile tensione e nervosismo, e resistendo ai toni accesi e alle pressioni, si è rivelata la scelta vincente. Desideriamo inoltre ringraziare calorosamente i cittadini di Terni per il loro costante sostegno, gli organi di stampa – si chiude la nota delle Rsu - e tutti coloro che hanno dimostrato grande attenzione e sensibilità, seguendo l’evolversi della situazione anche da ogni parte del paese attraverso i social network”.

Potrebbe interessarti

  • Laghi in Umbria, per un bagno rinfrescante o una passeggiata nella natura

  • Memoria olfattiva, come gli odori riportano alla luce i ricordi

I più letti della settimana

  • Turista ternano muore sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto

  • Incidente stradale all'incrocio maledetto, le foto dello schianto. Tra i coinvolti una famiglia con due bambini

  • Incidente stradale, l'incrocio maledetto colpisce ancora: schianto tra due auto

  • Terrore in California, imprenditore ternano fra le pallottole di una sparatoria

  • Terremoto nella notte, l’epicentro fra Acquasparta e Massa Martana

  • Ermes Maiolica colpisce ancora: “bucata” la pagina ufficiale Facebook di Matteo Salvini

Torna su
TerniToday è in caricamento