Sanitopoli, la Finanza interroga tutti i partecipanti ai concorsi. Il procuratore: gara per fermare l’indagine

Convocati anche i presidenti delle commissioni e i membri degli organismi di valutazione. Arriva la task force del Ministero. L’assessore Bartolini: prudenza anche per gli appalti

Il procuratore capo di Perugia, Luigi De Ficchy

Il “mondo di mezzo” dove si aggiustavano gli esiti dei concorsi per le assunzioni all’ospedale di Perugia era caratterizzato “da una profonda omertà”. “La gente – ha detto all’Ansa il procuratore della Repubblica di Perugia, Luigi De Ficchy – parla solo dopo…”.

Per questo i militari della guardia di finanza di Perugia stanno ascoltando tutti i partecipanti agli otto concorsi oggetto dell’indagine che ha scosso la politica e la sanità dell’Umbria con quattro arresti eccellenti - ai domiciliari – e 35 indagati, tra cui la governatrice dell’Umbria, Catiuscia Marini.

Le fiamme gialle stanno raccogliendo le testimonianze di tutti i candidati degli otto concorsi sotto indagine, sia i vincitori sia quelli rimasti in graduatoria e quelli ritirati. Convocati su delega dei pubblici ministeri anche i presidenti delle commissioni e i membri degli organismi di valutazione. Gli investigatori cercano conferme su quanto emerge dalle intercettazioni.

LEGGI - L'inchiesta che fa tremare l'Umbria

Per De Ficchy “c’è stata una gara a far scoprire l’indagine” sui presunti concorsi “pilotati” per assunzioni all’ospedale di Perugia. Secondo il magistrato, l’inchiesta si è dovuta “fermare” dopo che nell’ufficio del direttore generale dell’azienda ospedaliera Emilio Duca sono state trovate delle microspie in seguito da una bonifica da lui stesso ordinata.

La task force del ministero

 “Senza sostituirsi in alcun modo alla magistratura, il ministero invierà nelle prossime ore una task force composta da tecnici della Salute, Iss, Agenas, carabinieri dei Nas per verificare il pieno rispetto del piano nazionale anticorruzione e delle disposizioni dell’Anac - si legge in una nota del ministro della salute, Giulia Grillo - Tra i suoi compiti ci sarà anche una ricognizione straordinaria dei livelli di qualità erogati presso tutti i reparti delle strutture ospedaliere coinvolte”.

Verso il commissariamento del Santa Maria della Misericordia

Il neo assessore regionale alla salute, Antonio Bartolini, ha svolto questa mattina una serie di incontri con i responsabili e il personale di diversi reparti e cliniche dell’azienda ospedaliera “Santa Maria della Misericordia” di Perugia per “assicurare i cittadini che la sanità umbra funziona a pieno regime e dare un segnale della straordinaria attenzione con cui siamo impegnati a far sì che l’azienda ospedaliera, che resta un’eccellenza nell’ambito della sanità nazionale, venga messa nelle condizioni di continuità, nell’interesse degli umbri e degli utenti, in attesa della nomina del nuovo commissario che avverrà auspicabilmente con una condivisione con il ministro alla salute”. Accompagnato dal direttore sanitario e attuale facente funzione di direttore generale, Giuseppe Ambrosio, l’assessore ha visitato pronto soccorso e sala 118, Cup, radiologia, oculistica, oncologia, breast unit, day hospital. “Nei prossimi giorni – ha annunciato – continueremo a verificare che in tutti i reparti e le cliniche l’attività proceda regolarmente”.

GUARDA – Bartolini: chiedo scusa agli umbri

“La giunta regionale – ha detto – intende procedere immediatamente alla nomina del nuovo commissario dell’azienda ospedaliera. Ringraziamo il ministro della Sanità, accogliendo la sua disponibilità a collaborare per sopperire ai problemi tecnici e amministrativi conseguenti agli effetti delle indagini giudiziarie e in particolare, insieme al ministro, intendiamo individuare, nell’ambito dell’elenco nazionale degli idonei, una figura che per la sua terzietà sappia gestire al meglio l’azienda ospedaliera di Perugia”.

Quanto ai concorsi, per l’assessore “i concorsi espletati vanno onorati, mentre per le procedure concorsuali e gli appalti è bene ispirarsi al principio della prudenza, con attenta valutazione”. Tra gli aspetti affrontati dall’assessore regionale e dal direttore generale facente funzione Ambrosio, quello legato agli adempimenti amministrativi per i quali, se necessario, verrà attivata la richiesta di assistenza tecnica alla Usl Umbria 1.

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate, la soluzione migliore per arredare il giardino

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Ecologia e colori brillanti, ecco la moda estate 2019

I più letti della settimana

  • Giovane ternano sfida il campione Nicolò Scalfi a 'Caduta Libera' su Canale 5

  • Incidente stradale sulla Marattana, coinvolti due autoveicoli

  • Incidente stradale, due auto coinvolte in via Narni

  • Martina Nasoni vince il GF#16, il cuore 'di latta' e la sua voglia di vivere sbaragliano tutti

  • Un architetto ternano alla corte dell'Expo di Dubai, secondo posto per costruire l'anfiteatro del futuro

  • Incidente stradale, impatto tra moto ed autoveicolo in Valnerina

Torna su
TerniToday è in caricamento