I proiettili impazziti e lo sguardo terrorizzato di decine di passanti: cronaca di una giornata di ordinaria follia

Far west nel centro di Terni, cinque i proiettili esplosi dal dominicano che ha ferito un carabiniere ed è stato arrestato. Uno ha colpito un'auto parcheggiata, possibile che un altro sia finito a pochi metri da un negozio

macchina

“Cosa è successo?” Si chiedevano i passati impauriti dopo quei momenti concitati. Una domanda che si sono posti anche gli abitanti della zona e gli automobilisti che si sono trovati a passare da quelle parti - alle 12 in punto - della giornata di ieri. Un ragazzo di trentatré anni, di origine dominicana residente in Abruzzo ma da circa un anno a Terni dove lavora come operaio, a seguito di un controllo di routine della volante dà in escandescenza e si scaglia contro le forze dell’ordine. Secondi concitati alla rotonda di via Curio Dentato, direzione Eugenio Chiesa e via della Bardesca. Il successivo intervento di agenti in borghese e di una pattuglia dei carabinieri, il tentativo di immobilizzarlo e l’utilizzo dello spray urticante prima del parapiglia finale.

GUARDA - Il video dell'aggressione all'agente

In quel momento la concitazione si alimenta sfiorando una tragedia che poteva essere ricordata – purtroppo – per lungo tempo. Al momento non è possibile capire la dinamica: fatto sta che il sudamericano - le analisi tossicologiche hanno rilevato nel suo sangue tracce di anfetamina, cocaina e cannabinoidi - trova il modo di sparare alcuni colpi di pistola – probabilmente cinque - dopo avere sfilato l'arma ad uno ad uno dei presenti, ferendo un militare dell’arma ai piedi.

LEGGI - Cronaca di una giornata di ordinaria follia

I proiettili però prendono delle direzioni impazzite davanti a decine di occhi terrorizzati. Sono coloro che si trovano li in quel momento e probabilmente non percepiscono immediatamente il pericolo. Uno di questi colpisce una Ford bianca, come si può vedere nella foto, e fortunatamente non provoca danni alle persone. Successivamente, dai primi rilievi si cerca dove abbiano terminato la loro corsa e l’ipotesi al vaglio è che un bossolo sia arrivato addirittura nei pressi di un esercizio commerciale, poco prima di Porta Spoletina. Intanto il trentatreenne, dopo essere stato dimesso dall’ospedale, è stato tratto in arresto mentre per il carabiniere si è proceduto con l’asportazione del proiettile. Per il militare, Mario Palleschi, la prognosi è di 30 giorni.

proiettile_LI-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzi morti, c’è un sospetto: ternano in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Il silenzio e poi le urla di dolore: Terni sotto shock per la morte di due ragazzini, indagini a tutto campo

  • Cronaca di Terni, tragica scomparsa di due adolescenti. Le reazioni: “Sgomento e dolore. Giornata di lutto cittadino”

  • Cronaca di Terni, trovati morti due adolescenti di 15 e 16 anni

  • Flavio e Gianluca, adesso la parola passa alla scienza: quattro ore di autopsia per spiegare la tragedia

  • Flavio e Gianluca, basta lacrime ipocrite: non serve il lutto cittadino, bisogna vietare l’ingresso agli spacciatori

Torna su
TerniToday è in caricamento