FarmaciaTerni mette al bando le buste di plastica: vantaggi per l’ambiente e risparmi per i clienti

Da novembre saranno distribuiti sacchetti e buste di carta che non saranno fatte pagare ai clienti. Ricci: “Ognuno di noi deve sentire l’obbligo di lasciare la nostra piccola realtà un po’ meglio di come l’ha trovata”

Nelle dieci farmacie comunali gestite da FarmaciaTerni venivano distribuite ogni anno circa un milione di buste di plastica. Un peso per l’ambiente e per le tasche dei cittadini. Che oggi la società municipalizzata vuole abbattere.

Perché “il tema ecologico è diventato una vera emergenza ed occorre iniziare subito ad agire, ognuno nella propria dimensione, per minimizzare il nostro impatto ambientale. Questa azione dei singoli, ma anche delle istituzioni e delle aziende, è tanto più importante in una città come Terni, che si deve distinguere per una nuova sensibilità ecologica”.

Parte da qui la riflessione di FarmaciaTerni, che rileva due dati su tutti. Il primo: secondo un recente studio dell’Istituto di Biologia e Scienze Marine della University of Plymouth (UK), le buste di plastica commerciali (shoppers), anche se biodegradabili, impiegano anche 3 anni per decomporsi completamente se abbandonate in natura.

Il secondo: per arginare l’uso delle buste di plastica commerciali, ad inizio 2018, aziende ed esercizi commerciali sono stati obbligati a far pagare ogni busta di plastica al cliente dai 5 ai 10 centesimi, inducendo un incremento annuale della spesa per il consumatore.

FarmaciaTerni ha dunque deciso di compiere “una drastica scelta totalmente eco-compatibile, passando in via di proposta esclusiva a sacchetti e buste di carta progettate per l’occasione. Questa scelta consente peraltro di far risparmiare ai propri clienti circa 75.000 euro l’anno - il costo che era riversato su di loro per l’uso delle buste di plastica - visto che i nuovi sacchetti e buste di carta non saranno fatti pagare ai cittadini. Da inizio novembre pertanto le buste di plastica saranno rese disponibili solo ai clienti che ne faranno esplicita richiesta”.

“Ognuno di noi deve sentire l’obbligo di lasciare la nostra piccola realtà un po’ meglio di come l’ha trovata – sostiene Federico Ricci, amministratore unico della Municipalizzata – e a dare l’esempio devono essere Istituzioni ed Aziende, tanto più se pubbliche. FarmaciaTerni ha inaugurato un nuovo corso di responsabilità sociale, e credo che questo sia l’investimento d’immagine ed il messaggio più bello che possiamo dare, facendo risparmiare nel contempo ai cittadini nostri clienti una cifra su base annua molto ragguardevole. Siamo tutti orgogliosi di questa scelta, che rende il nostro posizionamento aziendale ancora più distintivo e forte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fine di un'era, chiude storico locale del centro di Terni: "Costi elevati e nessun incentivo"

  • Morgan rifiuta la proposta di Terni città futura: “Mi permetto di sconsigliarvi il duplice invito”

  • La ricerca, le donne ternane sono tra le più trasgressive d’Italia: ecco i luoghi insoliti per fare l’amore

  • Samanta Togni ha detto sì, matrimonio da favola con Mario Russo

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Samanta Togni ed il viaggio di nozze da sogno: “Anche il cielo ci ha voluto fare il suo regalo di nozze”

Torna su
TerniToday è in caricamento