Lavoratori a rischio cassa integrazione in azienda ternana: “Autorizzazioni richieste tardano ad arrivare”

“Le giuste prescrizioni contro l’inquinamento rischiano di ricadere sulle spalle dei lavoratori” osservano Filt Cgil e Ugl

Narni scalo

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Filt Cgil e Ugl

“Ancora una volta le giuste prescrizioni contro l'inquinamento e per il rispetto dell'ambiente rischiano di ricadere sulle spalle dei lavoratori. La vicenda è quella della Setras di Narni Scalo, azienda impegnata nel trasporto di prodotti liquidi in cisterna, dove il necessario rinnovo dell'impianto di lavaggio dei mezzi, finalizzato proprio a migliorare l'impatto ambientale, è bloccato a causa di ritardi nelle autorizzazioni da parte degli enti preposti (Comune, Asl, Ania, etc.) e questo potrebbe portare alla richiesta dell'attivazione della cassa integrazione per alcuni dipendenti.  

La notizia è stata comunicata dalla stessa azienda ai sindacati, Filt Cgil e Ugl, in un incontro che si è svolto lo scorso 31 gennaio. “L'amministratore di Setras ossia Amedeo Giovannini, ci ha riferito che le autorizzazioni richieste tardano ad arrivare – spiegano Andrea Tamburini, della Filt Cgil Umbria e Maurizio Magnaterra della Ugl – e questo ci preoccupa fortemente visto che la conseguenza, sempre secondo l'azienda, potrebbe essere la messa in cassa integrazione di alcuni dipendenti. Per questo, onde evitare questa ipotesi o qualcosa di peggio – concludono i due sindacalisti - chiediamo che gli enti preposti al controllo e al rilascio delle autorizzazioni facciano in modo di accelerare il processo e che l'azienda non faccia ricadere sui lavoratori il peso di responsabilità che non sono certo le loro”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fine di un'era, chiude storico locale del centro di Terni: "Costi elevati e nessun incentivo"

  • Morgan rifiuta la proposta di Terni città futura: “Mi permetto di sconsigliarvi il duplice invito”

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Samanta Togni ed il viaggio di nozze da sogno: “Anche il cielo ci ha voluto fare il suo regalo di nozze”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

Torna su
TerniToday è in caricamento