Terni, famiglie coi conti in rosso: prestiti e mutui per quattro su dieci

L’indebitamento medio sfiora i 30mila euro e la rata mensile si avvicina a 300 euro. Il debito complessivo arriva quasi a toccare quota due miliardi di euro

Il 40,7% dei ternani ha “crediti attivi” e deve fare conti con una rata media mensile che sfiora i 300 euro (297 euro) per fare fronte ad un indebitamento medio prossimi ai 30mila euro pro-capite.

La mappa del credito elaborata da Mister Credit per conto di Crif, società di informazioni crditizie, fornisce una fotografia dei principali indicatori relativi all’utilizzo del credito rateale da parte dei consumatori.

Gli ultimi dati disponibili fanno riferimento al primo semestre dell’anno in corso. E dicono, ad esempio, che il 44,8% delle operazioni è relativo a “prestiti finalizzati”, il 35% a “prestiti personali” e il 20% a mutui.

Il dato che spinge ad una riflessione emerge dall’incremento che il debito medio ha subito negli ultimi anni. Incrociando i dati di Crif con il dossier elaborato lo scorso anno dalla Associazione di imprese e piccoli artigiani di Mestre (Cgia) emerge infatti che, a fronte di un “passivo” medio di 17mila euro rilevato dall’associazione di categoria, oggi la situazione sembra essere molto più consistente. Crif sottolinea infatti che il debito medio ammonta a poco più di 28mila, che sarebbero 11mila in più rispetto ai dati registrati da Cgia al 31 dicembre 2017. Un aumento che tendenzialmente si riflette anche sull’esposizione complessiva delle famiglie ternane che, se due anni fa era prossima a 1,8 miliardi di euro, oggi sfiorerebbe quota 2 miliardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto no-cost, dopo il bluff arrivano le manette: arrestato l’amministratore della Vantage Group

  • Il saluto speciale di Daniela ai suoi clienti: “Vi terrò tutti nel mio cuore”

  • Tragedia della follia: uccide moglie e figlia e poi si suicida

  • Il sindaco Latini chiama a casa dei ternani: “Il comune ha attivato un nuovo servizio”

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

  • Trova a terra un portafoglio con 800 euro e lo restituisce al proprietario, protagonista della buona azione Francesco Ferranti

Torna su
TerniToday è in caricamento