Effetto Warhol per la rinascita culturale di Terni: "Senza unità la città è come una barca che affonda"

Presentata la mostra che per la prima volta approda nella città dell'acciaio dedicata a uno dei maggiori artisti della Pop Art. Eventi collaterali e 'sorprese'- INTERVISTE E FOTOGALLERY

“Effetto Warhol”, una mostra del grande artista della Pop Art per il rilancio culturale di Terni.

Si intitola “Andy Warhol …in the City” la mostra-evento che da sabato 7 marzo aprirà i battenti a “Palazzo di Primavera”, fino al prossimo 3 maggio.

Terni si prepara, dunque, ad ospitare uno dei più attesi appuntamenti culturali di sempre che avrà l’obiettivo di rilanciare da un punto di non solo artistico la città. Una grande mostra antologica dedicata ad Andy Warhol e alla Pop Art, che per la prima volta approda nella città dell’acciaio dopo essere stata apprezzata in moltissime città italiane e anche alcune europee dal 2009 ad oggi con oltre 8 milioni complessivi di visitatori. L’evento è stato presentato a palazzo Spada alla presenza del sindaco Latini e del vicesindaco Giuli. Sono anche intervenuti il presidente dell’associazione ‘Terni al Centro’ Gianluca Munzi, il responsabile di Pubbliwork Eventi Angelo Ciliani, il responsabile di New Factory Gino Capitò e gli sponsor: gruppo Acea Ambiente, rappresentato da Marco Palazzesi del Business Development, e di Umbria Energy, presente il presidente Paolo Ricci, Maria Teresa Marchetti e Andrea Lazzarini, in rappresentanza rispettivamente di Farmacia Marchetti e Andec Food.

 

LA MOSTRA

 

Sui tre piani del Centro espositivo di via Giordano Bruno, troveranno spazio oltre 130 opere, con una formula propositiva davvero particolare e tutta da scoprire, in grado di far conoscere quanto di meglio il pittore, scultore, fotografo e regista statunitense ha saputo far scaturire dalla sua sconfinata fantasia e dalle sue geniali intuizioni fino al febbraio 1987 quando a 59 anni scomparve a New York.

Il mito di Marilyn Monroe, il fascino di Liz Taylor e Liza Minnelli, il carisma di Mao Zedong e Che Guevara, ma anche le storiche bottiglie di Coca Cola, le leggendarie lattine di zuppa Campbell's, le Flowers e tante altre ideazioni grafiche ideate da Warhol. Proprio una delle notissime Flowers, dipinto unico realizzato con tecnica serigrafica e colori ad olio nel 1964 ha fatto da sfondo alla conferenza stampa voluta con ampio anticipo sull’inaugurazione dall'agenzia Pubbliwork Eventi, che organizza la mostra in collaborazione con l’associazione nazionale “New Factory Art” che raccoglie l’adesione di numerosi collezionisti italiani sul tema “Pop Art”, per poter veicolare meglio l’invito al pubblico, non solo ternano, ma anche delle provincie vicine e dell’area romana.

 

GLI INTERVENTI

 

“Un sogno che si avvera”, ha detto il sindaco Leonardo Latini “giunto al termine di un lungo percorso organizzativo. Il rilancio della cultura a Terni deve obbligatoriamente passare anche dalla cultura e per noi è un onore poter ospitare le opere di uno dei massimi artisti mondiali”. E di “punto di partenza per un autentico risorgimento della cultura ternana” ha parlato anche l’assessore comunale alla Cultura e vicesindaco, Andrea Giuli, che ha sottolineato la “necessità di remare tutti dalla stessa parte per riportare la città a uscire dalla crisi generale e a livelli più consoni in fatto di turismo e appunto proposta culturale”. Da leggersi anche in questo senso il coinvolgimento dell’associazione “Terni al Centro”, presente il presidente Gianluca Munzi, che ha annunciato alcune iniziative collaterali, così da coinvolgere l’intera città attraverso una serata cinematografica dedicata a Warhol, alcuni spunti legati alla Pop Art negli esercizi commerciali e una serie di particolarissimi flash mob.

Un appello poi lanciato da Munzi all’unità per riconciliare la città alla cultura: “E’ bene insegnare la bellezza anche per risorgere – ha detto – ma l’unione è fondamentale: la barca è unica – ha precisato   chi rema contro poi cade in mare”. Un chiaro messaggio lanciato alle associazioni di categoria a ‘fare squadra’ per il bene di tutti.

 

Dal punto di vista più strettamente artistico, la mostra è stata presentata dal curatore, nonché presidente di Pubbliwork, Angelo Ciliani e dal presidente di New Factory Art, Gino Capitò. Quest’ultimo ha ribadito “la collaborazione che lega da anni questa associazione alle iniziative intraprese da Pubbliwork nell’azzeccata e particolare ottica di trasferire un patrimonio inestimabile dalle location private dei singoli collezionisti a luoghi di massima frequentazione perché popolo e arte sono inseparabili come ci ha trasmesso Warhol nelle sue factory. Faremo apprezzare al pubblico gran parte delle tecniche particolari del percorso intrapreso dall’artista dagli anni ’50 fino all’inizio degli ‘80”. Accanto a quelle di Warhol, in una sorta di filo conduttore che porta alla Pop Art contemporanea, troveranno spazio anche alcuni lavori di artisti emergenti e già conosciuti quali il gualdese Pier Giuseppe Pesce, Lucrezia Di Canio, ternana di origine e soprattutto Mark Kostabi, che da tempo si è fatto interprete della promozione di Terni nel mondo attraverso le sue opere.

 

"Andy Warhol …in the city" sarà visitabile ogni mercoledì e giovedì (lunedì e martedì chiuso) dalle 14.30 alle 19 e ogni venerdì, sabato e domenica (ma anche il lunedì di Pasquetta) con orario 10.30-13 e 14.30-19 (svariate le tipologie di biglietto di ingresso: intero €10,00; ridotto A € 7,00 per ragazzi dai 6 ai 18 anni; ridotto B € 5,00 per universitari e pensionati; ingresso gratuito sotto i 6 anni età prescolare e per i disabili). Da segnalare, inoltre, le numerose richieste che stanno giungendo dalle scuole che stanno programmando la visita alla mostra nel proprio percorso di studi (a disposizione anche un lungo filmato sulla vita di Andy Warhol). Tra le altre iniziative, infine, da segnalare anche un’interessante opportunità studiata in collaborazione con Trenitalia – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane: coloro che raggiungeranno Terni con i treni regionali, esibendo il biglietto ferroviario potranno usufruire di uno sconto sul biglietto di ingresso alla mostra.

Tutte le informazioni sull’evento sono reperibili sul sito internet www.pubbliwork.it/andy-warhol.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ternana-Avellino 0-0, rossoverdi al secondo turno preliminare dei Play Off

  • Incidente stradale, scontro frontale tra due auto: due fratelli perdono la vita

  • Chiude storica attività del centro cittadino a Terni: un altro piccolo pezzo della città ‘romantica’

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi nel ternano: “Previsti ulteriori tamponi oltre il nucleo familiare coinvolto”

  • Più soldi in busta paga per 48mila lavoratori ternani: ecco a chi spetta il bonus a partire dal primo luglio

  • Terni, marito e moglie positivi al Covid: scatta l’isolamento, ricostruita la possibile catena dei contagi

Torna su
TerniToday è in caricamento