Terni Pop Film Fest, al Cityplex è il giorno di Enrico Vanzina

Alle 17 la masterclass con l’autore che parlerà tappe più importanti della storia del nostro cinema popolare

Sarà Enrico Vanzina il protagonista della quarta giornata della 2a edizione del Terni Pop Film Fest – Festival del Cinema Popolare, la kermesse diretta da Antonio Valerio Spera e organizzata da Michele Castellani. Alle 17 sarà la volta della masterclass proprio conVanzina dal titolo Viaggio nella storia del cinema popolare, in cui l’autore ripercorrerà le tappe più importanti della storia del nostro cinema popolare: un appassionante viaggio da Guardie e Ladri (Mario MonicelliSteno, 1951) a C’eravamo tanto amati (Ettore Scola, 1974), e oltre.  Enrico Vanzina è nato sotto il segno del cinema popolare. Insieme al fratello Carlo ha proseguito la strada solcata dal padre Steno, dando vita ad un cinema leggero e al servizio del pubblico, sempre ancorato alla realtà sociale del Paese. Nella sua carriera ha raccontato l’Italia con sarcasmo, intelligenza, fine umorismo ma anche con momenti di pura goliardia. Vanzina riceverà, inoltre, il Premio alla Carriera.
 Alle 20.30, invece, a chiudere il Pop Film Fest, sarà il film Yuli – Danza e Libertà di Icìar Bollaìn, presentato in anteprima al Festival del cinema spagnolo, vincitore del premio per la Miglior sceneggiatura a Paul Laverty al Festival di San Sebastián e in uscita nelle sale cinematografiche dal 17 ottobre con EXIT Media, Presente in sala, direttamente da Cuba, l’attore Santiago Alfonso.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo su Terni e provincia, allagamenti e disagi: donna al sicuro prima dell'arrivo della piena

  • Chiude locale della movida ternana: “Vi salutiamo con il sorriso”

  • Maltempo a Terni, fiume Nera a rischio esondazione: peggioramento nelle prossime ore

  • Tragedia in un bar della città: muore ragazza ventinovenne

  • Le sardine ‘accolgono’ Matteo Salvini a Terni: da Piazza Tacito il flash mob

  • Pericoli a Terni, la buca più ‘chiacchierata’ della città diventa un simbolo

Torna su
TerniToday è in caricamento