Bonus per l'acquisto dei seggiolini anti-abbandono, ecco come ottenerlo

A partire dal 20 Febbraio sul sito del MIT ci si potrà registrare per ottenere il bonus o il rimborso nel caso si sia già effettuato l'acquisto del presidio di sicurezza

Il moltiplicarsi di tragici fatti che hanno portato alla morte di numerosi bambini dimenticati chiusi in macchina dai genitori, ha indotto il Governo a introdurre una norma che rende obbligatoria l'installazione a bordo dei veicoli di un dispositivo di allarme per prevenire l'abbandono involontario dei piccoli. La norma è diventata obbligatoria lo scorso 7 novembre con il regolamento di attuazione dell'articolo 172 del nuovo Codice della Strada. L’obbligo di dotazione riguarda i seggiolini per i bambini al di sotto dei 4 anni.

Per dotarsi dei suddetti dispositivi anti-abbandono, il Governo ha messo a disposizione un bonus per l'acquisto. Inizialmente si è creata un po' di confusione in merito a come richiedere questo contributo ma ora dopo la firma del decreto da parte del ministro Paola De Micheli, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato sul proprio sito le istruzioni per richiedere il bonus o alternativamente il rimborso per l'acquisto dei dispositivi anti-abbandono.

Come ottenere il bonus per i seggiolini anti-abbandono

"Per ottenere il bonus - spiega una nota del MIT -  sarà necessario registrarsi a partire dal 20 febbraio sulla piattaforma informatica Sogei accessibile su www.sogei.it o su www.mit.gov.it". Il contributo "sarà erogato attraverso il rilascio di un buono spesa elettronico del valore di 30 euro valido per l'acquisto di un dispositivo anti abbandono per ogni bambino di età inferiore ai quattro anni". 

Rimborso per acquisto di seggiolini con dispositivo anti-abbandono

Come detto in precedenza, può usufruire del contributo non solo chi deve ancora dotarsi dei dispositivi anti-abbandono da attaccare ai seggiolini ma anche chi li ha già acquistati. Come? Attraverso un rimborso. Per ottenerlo spiegano dal MIT "bisognerà farne richiesta registrandosi sulla piattaforma Sogei entro sessanta giorni dal 20 febbraio, allegando copia del giustificativo di spesa".

Si definisce dispositivo anti-abbandono "un dispositivo di allarme, costituito da uno o più elementi interconnessi, la cui funzione principale è quella di prevenire l'abbandono dei bambini, di età inferiore ai quattro anni".

Esistono varie tipologie di questi dispositivi suddivisi in integrati, indipendenti o accessori. Attualmente sul mercato sono facilmente reperibili i dispositivi integrati all'interno dei seggiolini, oppure quelli indipendenti, utilizzabili su qualsiasi seggiolino. La bozza del decreto prevede anche una terza possibilità, ovvero che i dispositivi siano una dotazione base o un optional del veicolo. Allo stato attuale, tuttavia, nessuna casa automobilistica offre caratteristiche di questo tipo.

A Terni i sistemi anti abbandono da montare sui seggiolini e gli stessi seggiolini già dotati del sistema sono in vendita in tutti gli store dedicati al mondo dell'infanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La mappa del contagio, “esplosione” di positivi in due comuni del Ternano

  • Coronavirus, la situazione dei contagi: in ventiquattro ore più positivi a Terni che a Perugia

  • Coronavirus, torna a salire il numero di contagi. La provincia di Terni doppia (quasi) quella di Perugia

  • Ast, la testimonianza di un lavoratore: ecco cosa è successo alla riapertura della fabbrica

  • Coronavirus, Giove verso la zona ‘rossa’. In arrivo l'ordinanza di isolamento: primo comune del ternano

  • Scuola e virus, le ipotesi: nessuna riapertura, esami “soft” e da settembre ancora didattica a distanza

Torna su
TerniToday è in caricamento