Comune di Terni, zona traffico limitato: “Apertura contro sistema rispetto allo spirito del decreto”

L’assessore Leonardo Bordoni spiega: “Non possiamo aprire la Ztl in questo momento ma pronti a ravvederci per spirito di collaborazione tra enti”

foto di repertorio

Il messaggio è sempre il medesimo ma vale la pena ricordarlo: “Restate a casa”. Evitare inutili spostamenti e di conseguenza muoversi solo per comprovate ragioni derivate da lavoro, salute o necessità. La tematica della Zona a traffico limitato è sempre stata oggetto di numerose proposte, sollecitazioni, in alcune casi critiche. Ora però con un’emergenza sanitaria sulla quale confrontarsi e le priorità diventano comprensibilmente altre: “Ci era stato chiesto da parte di alcuni esponenti della minoranza di aprire la Ztl – afferma Leonardo Bordoni - Sarebbe contro sistema rispetto allo spirito del decreto del presidente del consiglio dei ministri. Se il DCPM indica delle direttive da seguire, ovverosia restare a casa e limitare al massimo gli spostamenti se non per i motivi indicati, rivedere la zona a traffico limitato provocherebbe l'effetto opposto. Tuttavia siamo pronti a ravvederci per spirito di collaborazione tra gli enti. Qualora il Governo o la Prefettura ce lo dovessero chiedere non avremmo alcuni tipo di problematica ad aprirla. Inoltre – ricorda l’assessore –  a seguito di un’attenta analisi in sede di COC nei giorni scorsi, è stato previsto che le associazioni accreditate, dopo apposita selezione e valutazione da parte dell’assessorato al welfare, possono entrare nella ztl per prestare assistenza ai soggetti che in questo momento necessitano una particolare attenzione. Tutto ciò è reso possibile fornendo i permessi, dopo aver indicato le targhe di riferimento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività è particolarmente complessa: “Quella ordinaria è praticamente declinata alla straordinaria. C’è una riorganizzazione contingente dovuta alla situazione che si sta vivendo tra turnazione, smart working ed altri istituti; tutto ciò per conformarci alle direttive. Nonostante le comprensibili difficoltà i nostri dipendenti comunali stanno facendo un lavoro impeccabile per dedizione, senso civico e professionalità e non posso fare altro che ringraziarli”. Infine una ulteriore novità per evitare gli accessi diretti, agli uffici, da parte degli utenti per il rinnovo dei permessi Ztl: “Valutiamo l’ipotesi di procedere online o procrastinare direttamente la scadenza. Dobbiamo esaminare tutte le possibili soluzioni: a breve verrà presa la decisione”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, le “verità” del patologo: letalità inferiore al 2%, ecco cosa succede nei bambini. E smettiamo di credere ai cialtroni

  • Emergenza Coronavirus, mappa del contagio: a Terni città una conferma positiva che fa sperare

  • Coronavirus, la mappa del contagio: nuovi casi ad Arrone, San Gemini ed orvietano. A Terni superata quota 70

  • Medici, infermieri, forze dell’ordine e cassiere: test a tappeto per battere il Coronavirus. I dettagli del piano

  • Coronavirus, altra vittima nel ternano: è la sesta in una settimana. Aveva 59 anni

  • Emergenza Coronavirus, una buona notizia arriva da Amelia: negativi al test gli operatori sanitari

Torna su
TerniToday è in caricamento