Comune di Terni: “Mobilitazione sotto Palazzo Spada contro le decisioni di Latini”

Le reazioni politiche alle scelte del primo cittadino di Terni. Quattro consiglieri annunciano la mobilitazione; le dichiarazioni delle forze politiche

consiglio comunale

Una giornata davvero infuocata che lascerà strascichi inevitabili sul presente ed il prossimo futuro della giunta. I consiglieri del Gruppo Misto Emanuele Fiorini e Paola Pincardini, Michele Rossi di Terni Civica, Anna Maria Leonelli della Lega hanno organizzato per le ore 18.30 di oggi una mobilitazione sotto Palazzo Spada, contro le decisioni del sindaco Leonardo Latini sul rimpasto di giunta. All’interno della stessa si conosceranno i motivi dell’iniziativa. Reazioni arrivano anche dall’opposizione e nello specifico da Alessandro Gentiletti. Il capogruppo di Senso Civico dichiara: “Ritengo positiva la decisione del sindaco sulle politiche sociali. Mi sembra delinii finalmente la nuova strategia che la città, a più voci ed in modo corale, richiedeva da tempo. C'è molto da lavorare e tanto da recuperare. Vedremo se l'amministrazione finalmente ci riuscirà. Noi, dai banchi della minoranza, continueremo a fare il nostro dovere: senza sconti, in modo incisivo, trasparente e leale. Le sfide da affrontare sono tante, così come i problemi a cui dare voce e risposte: non lasceremo indietro nessuno

I consiglieri del Movimento Cinque Stelle: “Apprezziamo il cambio di rotta sulle politiche sociali”

“Leggiamo che in queste ore l'assessore Marco Celestino Cecconi non è più al timone delle politiche sociali del comune di Terni, ora auspichiamo che chi prenderà il suo posto cambi decisamente rotta e riparta dalla capacità di confronto reale con i titolari dei diritti – sottolineano in una nota gli esponenti del gruppo consiliare del Movimento cinque stelle - Decine di interventi, interrogazioni, accessi agli atti hanno contraddistinto l'azione di controllo e verifica del M5S nei confronti delle politiche sociali del comune di Terni. Una spina nel fianco della giunta in un percorso dove a tratti si sono verificate convergenze con le altre opposizioni nell'interesse dei cittadini, ma soprattutto si è cercato di dare voce al disagio di tanti cittadini che ci hanno chiesto aiuto. Non sono mancati momenti di confronto aspro in particolar modo sulla questione dei trasporti delle persone con disabilità e riguardo il bando dei centri sociali per anziani. Recentemente il gruppo consiliare del M5S aveva chiesto al Sindaco di ritirare le deleghe all'assessore Cecconi, oggi leggiamo che questo è avvenuto e ne prendiamo atto. Di errori ne sono stati fatti tanti ma troviamo ingeneroso gettare la croce su una singola persona perché spesso atti e delibere fallimentari sono state avallate dagli uffici competenti proprio come avveniva in passato con il beneplacito della maggioranza. Auguriamo buon lavoro a chi dovrà occuparsi di questo settore facendo presente che continueranno a vigilare e lavorare per il bene della città e delle sue fasce più deboli"

Daniele Marcelli coordinatore provinciale Forza Italia

"Apprendiamo con molta tristezza la conclusione anticipata dell'esperienza dell'assessore Sonia Bertocco all'interno della giunta comunale di Terni. Sonia si é sempre contraddistinta per la sua professionalità, preparazione e determinazione con cui a svolto il suo ruolo, mettendosi al servizio di Terni e dei ternani, e raggiungendo in un solo anno grandissimi risultati. Vogliamo ringraziarla per il suo prezioso lavoro, culminato con l'efficientamento della macchina comunale attraverso un nuovo modello organizzativo che permetterà all'ente di affrontare in modo più efficace e più efficiente tutte le sfide che si presenteranno in futuro"

Leonardo Grimani senatore Pd: "La confusione regna sovrana"

"Il cambio di deleghe da parte  del sindaco Latini, denota che a Terni la confusione regna sovrana. Sono passati 14 mesi dall'insediamento della giunta e fino ad ora è prevalso il continuo ricambio di assessori e deleghe  piuttosto che il lavoro continuo  e serio che la città meriterebbe. Un'amministrazione, quella ternana, che vive perennemente alla ricerca di equilibri imposti da una Lega onnivora e in perenne campagna elettorale. Governare la città dovrebbe essere la priorità, piuttosto che  pensare all'incastro delle caselle in vista delle elezioni regionali. La città non può sopportare questo balletto continuo"

Forza Italia: “Riunione straordinaria del Direttivo”

“Forza Italia stigmatizza duramente quanto avvenuto al Comune di Terni. Il rimpasto in seno alla giunta, operato unilateralmente dal Sindaco, appare come l’ennesimo pannicello caldo a fronte di una guerra quotidiana e intestina al partito di maggioranza relativa, la Lega. Il metodo e il merito delle scelte fatte risultano piegati ad esigenze di pseudo equilibri interni che nulla hanno a che fare con le esigenze della città. La responsabilità di Forza Italia è presente, ma non si può dare sempre per scontata. Nel riaffermare il pieno apprezzamento nei confronti dell’attività svolta dai propri rappresentanti all’interno della Giunta, Forza Italia annuncia la convocazione nei prossimi giorni di una riunione straordinaria del Direttivo provinciale, allargata al Coordinamento regionale del partito, per una valutazione politica della vicenda e per le decisioni conseguenti

Francesco Filipponi capogruppo Pd: "Un precedente per la nostra città"

"Quanto accaduto oggi in seno all'amministrazione dimostra la fondatezza di quanto sosteniamo da tempo, ovvero la fragilità di una maggioranza sempre più ostaggio dei partiti e dei tutor e sempre meno in grado di avere i numeri sufficienti per proseguire. Prendiamo atto che quanto sostenevamo rispetto ad un welfare cittadino allo sbando ha colto nel segno. Un rimpasto di tale portata dopo nemmeno 13 mesi di consiliatura rappresenta un precedente per la nostra città. Continueremo come forza di minoranza insieme agli altri consiglieri di opposizione a dire la nostra, ma soprattutto a portare le nostre istanze consapevoli che la giornata di oggi ha dimostrato ancora una volta la veridicità delle nostre posizioni"

Alessandro Venturi coordinatore di Senso Civico: "Sviluppo della città nostra priorità"

"Chissà se la decisione di destituire i due assessori del Comune di Terni è arrivata direttamente da Salvini tra un mojito e un ballo con qualche seducente cubista. Lasciando da parte le grottesche avventure del segretario della Lega, l'aspetto politico di questa vicenda è la palese sottomissione del sindaco Latini a logiche politiche extra territoriali. Un partito locale già di per se destituito con l'arrivo del commissario, segno dell'evidente incapacità dei dirigenti locali della Lega fino ad arrivare a ieri con la revoca "autarchica" dei due assessori. La nostra città ha bisogno di gruppi dirigenti capaci e liberi per mettere da parte definitivamente vecchie logiche deleterie per il rilancio del nostro territorio. Confrontarsi sullo sviluppo della nostra città è la nostra priorità, consapevoli che non c'è tempo da perdere"

Potrebbe interessarti

  • Laghi in Umbria, per un bagno rinfrescante o una passeggiata nella natura

  • Memoria olfattiva, come gli odori riportano alla luce i ricordi

I più letti della settimana

  • Turista ternano muore sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto

  • Incidente stradale all'incrocio maledetto, le foto dello schianto. Tra i coinvolti una famiglia con due bambini

  • Incidente stradale, l'incrocio maledetto colpisce ancora: schianto tra due auto

  • Terrore in California, imprenditore ternano fra le pallottole di una sparatoria

  • Terremoto nella notte, l’epicentro fra Acquasparta e Massa Martana

  • Ermes Maiolica colpisce ancora: “bucata” la pagina ufficiale Facebook di Matteo Salvini

Torna su
TerniToday è in caricamento