Comune di Terni: ”Il sindaco apra un canale con il Governo su questioni fondamentali”

Le parole del capogruppo Pd Francesco Filipponi:"Chiediamo un cambio di passo nel rappresentare la città rispetto a questi primi otto mesi di mandato"

comune di Terni

Il gruppo consigliare del Partito Democratico – si legge nella nota del capogruppo Francesco Filipponi - nell'ottica di rappresentare al meglio gli interessi della città invita il sindaco a smettere di dribblare i problemi o peggio ancora di scaricarli sulle altre istituzioni. Sempre nel nome degli interessi di Terni, magari utilizzando anche la commissaria politica che gli è stata mandata da Roma, si decida finalmente ad aprire un canale con il governo che è guidato dal suo partito, la Lega. Lo invitiamo – sostengono gli esponenti del gruppo consigliare - ad attivare il Governo su questioni fondamentali, prima fra tutte quelle per le emergenze ambientali, le crisi aziendali, la dislocazione dei servizi sul territorio. 

Alll'interno del comunicato si fa riferimento all'incontro di lunedì 4 febbraio. Il Gruppo consigliare :"Ritenendolo importante per Treofan al Mise, preso atto del passaggio di proprietà al gruppo Jindal di Treofan Italia, e rilevata la strategicità delle produzioni dello stabilimento ternano anche con riferimento alla localizzazione all'interno del polo chimico, chiede a Latini, in qualità di primo cittadino e assessore allo sviluppo economico, innanzitutto di essere presente a Roma. Chiede inoltre di lavorare fin da subito a questo appuntamento, attivando una sinergia con tutte le istituzioni locali e regionali, mettendo in campo un lavoro preparatorio tramite le forze politiche che guidano il paese.  Lo invitiamo a promuovere fin da subito con il competente ministero dello Sviluppo economico ogni azione tesa a salvaguardare, consolidare e rafforzare la presenza produttiva a Terni. Gli chiediamo un cambio di passo nel rappresentare la città rispetto a questi primi otto mesi del suo mandato amministrativo che sono stati caratterizzati solo dallo strillare ai guai del passato e a gridare ai soprusi di Perugia. Se realmente il sindaco Latini ritiene che ci siano comportamenti vessatori da parte di Perugia ne parli con il suo omologo, anche politico, Romizi. Magari una occasione poteva essere quella del viaggio in aereo che hanno fatto insieme questa estate. È un po' troppo semplice, come avvenuto nel caso dell'audizione dell'assessore regionale alla sanità, fare solo la vittima. Nello sbattere i pugni contro Perugia rammenti sempre il sindaco di Terni che entrambe le città hanno medesimo coalizione politica e quindi gridare ai favoritismi è troppo infantile. Lo invitiamo a rimboccarsi le maniche - chiosano- a fare meno foto vicino alle scritte ingiuriose, e più fatti, magari iniziando proprio dall'appuntamento del 4 febbraio".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Treofan, Terni ha i giorni contati: ecco il piano di Jindal

  • Politica

    Centri sociali anziani, Cecconi: siamo all’anno zero

  • Attualità

    Via Bramante, via ai lavori: le immagini del cantiere

  • Cronaca

    Giù dal balcone, il racconto del testimone: ecco cosa è successo

I più letti della settimana

  • Allarme furti, arrivano anche i reparti speciali: controlli a tappeto sul territorio

  • Giù dal balcone, il racconto del testimone: ecco cosa è successo

  • Precipita nel vuoto dal terzo piano, gravissima ragazza di vent’anni

  • San Valentino, la festa dei ternani con il centro invaso da migliaia di curiosi: foto e VIDEO

  • Brutto incidente a Borgo Rivo, ferito gravemente un motociclista

  • San Valentino, Matteo Salvini: "Probabilmente una festa da abolire"

Torna su
TerniToday è in caricamento