Nuovi divieti anti Coronavirus, Gentiletti: impensabile che alcune attività industriali di Terni restino aperte

Il consigliere comunale di Senso civico: scelta incomprensibile che danneggerebbe la città, è necessario assumere scelte coraggiose e collaborative

Sul dibattito in corso in vista dei nuovi divieti anti Coronavirus che lascerebbero aperte a Terni alcune importanti attività industriali – come ad esempio l’Ast – interviene il consigliere comunale di Senso civico, Alessandro Gentiletti.

“Sono costretto ad interrompere l’operoso e collaborativo silenzio che da dieci giorni a questa parte mi sono imposto perché reputo non più sopportabile la situazione di incertezza che avvince molte lavoratrici e molti lavoratori del nostro territorio. Intervengo ora perché il lavoro di mediazione, collaborazione e attivismo che ho svolto in questi giorni non è più sufficiente. Il momento richiede a tutti uno sforzo di responsabilità ed una parola forte e pubblica da parte di tutte le istituzioni”.

“Riterrei impensabile, dopo l’evoluzione della situazione di queste ultime ore – spiega il capogruppo in una nota - che alcune attività industriali e produttive del nostro territorio, non strettamente essenziali, per le quali non è possibile attivare il lavoro a distanza, restino aperte e attive”.

“Questo, infatti, costringerebbe i lavoratori a recarsi sul posto di lavoro, dove magari non è pienamente possibile rispettare le misure di prevenzione utili a contenere il fenomeno virale che sta tenendo in ostaggio il mondo. Una scelta di questo tipo sarebbe incomprensibile e rischierebbe di danneggiare la città. La preoccupazione è, inoltre, che possa creare inutili tensioni, che non giovano alla nostra comunità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per questo esprimo sostegno e gratitudine a tutte le forze sindacali di ogni realtà lavorativa e a quegli imprenditori del territorio che hanno già dimostrato senso di responsabilità, nonostante le difficoltà economiche che si prospettano. Rivolgo un appello alle proprietà, investitori e dirigenze di ogni realtà perché siano assunte scelte coraggiose e collaborative”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, le “verità” del patologo: letalità inferiore al 2%, ecco cosa succede nei bambini. E smettiamo di credere ai cialtroni

  • Emergenza Coronavirus, mappa del contagio: a Terni città una conferma positiva che fa sperare

  • Coronavirus, la mappa del contagio: nuovi casi ad Arrone, San Gemini ed orvietano. A Terni superata quota 70

  • Medici, infermieri, forze dell’ordine e cassiere: test a tappeto per battere il Coronavirus. I dettagli del piano

  • Coronavirus, altra vittima nel ternano: è la sesta in una settimana. Aveva 59 anni

  • Emergenza Coronavirus, una buona notizia arriva da Amelia: negativi al test gli operatori sanitari

Torna su
TerniToday è in caricamento