Dimissioni Marini: “Scelta irrevocabile”

L’ex governatrice ribadisce la sua posizione e non nasconde la sua amarezza verso il Partito Democratico. Verini: “La scelta delle dimissioni non è stata chiesta dal Pd”

Non tornerà sui suoi passi l’ex governatrice della Regione Umbria. In mattinata Catiuscia Marini ha ribadito all’Ansa la decisione di voler fare un passo indietro rispetto al suo ruolo. Intanto, la guida della Giunta è stata affidata al vicepresidente Fabio Paparelli, anche lui del Pd.

"Dimissioni irrevocabili"

"La decisione di dimettermi - ha detto l’ex presidente - è presa e non tornerò indietro nemmeno se il Consiglio regionale dovesse invitarmi a un ripensamento attraverso un voto contrario alle dimissioni. Il Consiglio regionale sarà ovviamente libero di esprimersi come meglio ritiene opportuno fare, ma le mie dimissioni sono irrevocabili".

Nonostante la scelta sia stata presa in autonomia già nella giornata di lunedì, Catiuscia Marini evidenzia come lei sia “l’unica presidente di Regione donna del Pd. Altri presidenti del mio partito sono indagati, ma solo a me viene chiesto un gesto di responsabilità. Fermo restando che nessuno mi ha chiesto di dimettermi e che la scelta è avvenuta in totale autonomia, faccio fatica a comprendere perché il segretario a me che sono donna chiede di essere responsabile, mentre non lo fa con i presidenti uomini”. 

L'intervento di Verini

Che il Pd non abbia chiesto le dimissione dell’ex presidente è evidenziato anche da Walter Verini, chiamato a gestire la crisi umbra: “Conosco la dimissionaria Catiuscia Marini da 30 anni, è una persona per bene e ha sempre anteposto l’interesse delle istituzioni a quello personale - ha affermato il deputato ai microfoni di Radio Anch’io - . Naturalmente si può sbagliare quando si esercita il potere. Quando lei fa una scelta è mossa da quello che è più utile a cittadini. La scelta delle dimissioni non è stata chiesta dal Pd. Credo che le sue parole amare si riferiscano a frasi pronunciate da Carlo Calenda. Lei stessa responsabilmente ha dato questo segnale, per l’interesse dell’Umbria, per togliere fango e polemiche. Il centrodestra governa già oggi in Umbria per errori nostri e non per meriti loro. Invito a guardare cosa succede a Terni dove la Lega governa da mesi e sta succedendo di tutto”.

Le reazioni

Polidori (Fi): "Umbria ferita dal malaffare"

«In questi giorni l’Umbria, da terra amena, ricca di spiritualità ed eccellenze in ogni ambito, è stata ferita dal malaffare e la sua gente gravemente offesa.
Forza Italia si è sempre battuta, denunciando la decennale gestione esclusiva e clientelare del potere da parte della sinistra. Un sistema corrotto, che, per auto conservarsi, non ha esitato a mortificare le energie migliori, premiando, invece, chi non lo meritava. Oggi, però, si apre una stagione nuova. Tocca a noi ed alla nostra classe dirigente farsi carico di risollevare la nostra terra, restituendo ai giovani meritevoli, la fiducia nelle istituzioni locali che altri hanno distrutto».

FdI: «Dimissioni Marini? Fine di un'epoca. Tutti i fallimenti del governo rosso in Umbria»

«Indipendentemente dall’esito che avranno le vicende giudiziarie le dimissioni della presidente Catiuscia Marini hanno segnato la fine di un’epoca. Il governo rosso in Umbria, che ha prodotto evidenti fallimenti nella gestione della sanità, nei trasporti, nel sistema dei rifiuti ma anche in termini di crescita economica, di lavoro, di turismo e di utilizzo di risorse comunitarie, è finalmente giunto al capolinea. Democrazia corrisponde ad alternanza e le dimissioni della Marini non hanno fatto altro che anticipare l’epilogo, atteso, delle prossime elezioni regionali. Fratelli d’Italia è pronta insieme alle altre forze della coalizione di centrodestra, a lavorare per il rinnovamento della classe politica dirigente che accompagnerà l’Umbria nei prossimi anni». 
Lo scrivono in una nota il capogruppo di FdI in Consiglio regionale e portavoce del centrodestra in Umbria, Marco Squarta, il senatore Franco Zaffini e il parlamentare Emanuele Prisco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo su Terni e provincia, allagamenti e disagi: donna al sicuro prima dell'arrivo della piena

  • Tragedia della follia: uccide moglie e figlia e poi si suicida

  • Maltempo a Terni, fiume Nera a rischio esondazione: peggioramento nelle prossime ore

  • Incidenti stradali, a Terni il triste primato delle strade più pericolose dell’Umbria: ecco quali sono

  • Pericoli a Terni, la buca più ‘chiacchierata’ della città diventa un simbolo

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

Torna su
TerniToday è in caricamento