"Il M5s ha tradito gli elettori, non certo Cozza a passare con noi". La Lega fa quadrato attorno al nuovo adepto

I consiglieri comunali del Carroccio scendono a difesa del veterinario Marco Cozza passato dai pentastellati alla Lega: "Il M5s si è alleto col Pd - tuonano - ovvero con chi poco prima si era scontrato a sangue"

“Sono del tutto strumentali e fuori luogo le accuse che vengono mosse al consigliere comunale Marco Cozza, stimato professionista ternano, passato di recente dal Movimento 5 Stelle alla Lega”.

A intervenire è il capogruppo leghista Leonardo Bordoni insieme ai consiglieri comunali del Carroccio.

Non è Marco ad aver tradito il “vincolo di mandato” - continua la Lega – semmai è il Movimento 5 Stelle ad aver tradito i propri princìpi e i propri elettori nel momento in cui ha deciso di intraprendere alleanze prima al Governo, poi alle elezioni regionali in Umbria, con il Partito Democratico, ossia con quella forza politica contro la quale si era duramente scontrata fino a poco tempo prima. Non ci si dovrebbe sorprendere delle uscite di Marco Cozza e Patrizia Braghiroli, ma si dovrebbero aprire gli occhi e rendersi conto di un malcontento che imperversa in Italia tra eletti ed elettori dei 5 stelle, figlio di decisioni del tutto controcorrente rispetto ai valori del Movimento che alla sua nascita si poneva in totale antitesi con quegli stessi partiti di cui oggi è alleato. Il recente fallimentare risultato delle elezioni regionali umbre testimonia la crisi di un progetto che ha perso in sostanza, idee e uomini, al contrario di quanto sta accadendo nella Lega. Un partito che, grazie al quotidiano impegno di Matteo Salvini, del nostro segretario regionale Virginio Caparvi, del commissario ternano Barbara Saltamartini, di tutti i parlamentari e militanti, è sempre più radicato sul territorio, in continua crescita di consensi e ormai l’unico interlocutore credibile verso le esigenze dei cittadini, delle famiglie, dei lavoratori e delle imprese. Chi abbandona il nostro partito non lo fa perché tradito da esso, ma solo per interessi personali che spingono a cercare poltrone altrove.

Alla luce di questo, prima la decisione della Braghiroli di passare al Gruppo Misto, poi la scelta di Marco Cozza di entrare in Lega, appaiono oggi quanto mai comprensibili ed in linea con chi crede che ancora si possa portare avanti quel necessario cambiamento, che con l’amministrazione a guida Lega e con il Sindaco Latini stiamo realizzando. In tal senso l’adesione di Marco Cozza al nostro progetto è la migliore testimonianza di quanto valido sia il nostro percorso. Il rancore e le accuse mosse contro di lui appaiono quanto mai sterili, anche perché mosse da parte di chi oggi dovrebbe interrogarsi prima su come recuperare credibilità e solo poi criticare chi sceglie di stare dalla parte opposta di quella sinistra che a Terni e in Umbria ha prodotto solo fallimenti, lasciando comuni in dissesto o peggio tradendo la fiducia dei cittadini con lo scandalo sanitopoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, muore dopo un violento schianto contro un albero

  • Fiori d’arancio per Samanta Togni, il “sì” a Narni il 15 febbraio: ecco le pubblicazioni di matrimonio

  • Terni sbarca su Rai 1: un ampio servizio per raccontare la città dell’acciaio

  • La Via della Seta porta a Terni milioni di euro e posti di lavoro: i dettagli del patto AeroSeatek-Giant Aviation

  • Uno spettacolo luminoso che non si vedeva da tempo, il villaggio di Santa Claus e le polemiche

  • Il Gambero Rosso premia un portale ternano: è il migliore in tutta la penisola

Torna su
TerniToday è in caricamento