Lega pigliatutto, il Carroccio vuole l’erede di Tesei in Senato. La data del voto è in bilico

Novità sono attese nei prossimi sul duplice fronte regionale e locale in attesa delle suppletive previste per eleggere il nuovo parlamentare

Dieci giorni sono ormai trascorsi dalla data del 27 ottobre che ha letteralmente cambiato lo scenario politico regionale. È stata consegnata alla storia la netta affermazione del centrodestra, evento mai verificatosi dal momento in cui i cittadini umbri sono stati chiamati ad eleggere presidente e componenti del consiglio regionale. Ora però è venuto il momento di conoscere la composizione della nuova giunta che avrà dei risvolti anche a livello locale. Come è noto ad esempio il primo cittadino Leonardo Latini è già consapevole di dover mettere mano al proprio esecutivo, in virtù delle dimissioni che dovrà rassegnare Valeria Alessandrini dopo l’enorme consenso, in termini di preferenze, raggiunto. Un traguardo ragguardevole per l’attuale assessore alla scuola, in procinto di salire di 80 circa e raggiungere il capoluogo perugino. Al momento non è possibile capire se oltre la Alessandrini ci saranno altri movimenti in Giunta, dipesi essenzialmente dalle scelte che verranno adottate da Donatella Tesei e la coalizione di cui si fregia. Scelte che dovranno essere prese anche sul sostituto/a al seggio del Senato dato che, come è noto, l’incarico di parlamentare è incompatibile con quello di presidente della regione. Dalle ultime indiscrezioni circolate la Lega vorrebbe schierare una figura di propria fiducia, un sostituto ‘naturale’ della Tesei in termini prettamente politici. Resta in auge la possibile candidatura di Paola Agabiti Urbani eletta nella lista civica e prossima alle dimissioni da sindaco di Scheggino. A questo punto la domanda più importante è la seguente: quando ci saranno le elezioni suppletive? Come anticipato nei giorni scorsi la data più vicina sarebbe quella del 26 gennaio 2020. In caso però di sorprese potrebbe essere procrastinata. Se si dovesse andare a votare per le politiche anticipate ci sarebbe l’inevitabile accorpamento anche se, al momento, questa resta un’ipotesi remota ma non da accantonare.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto no-cost, dopo il bluff arrivano le manette: arrestato l’amministratore della Vantage Group

  • Il saluto speciale di Daniela ai suoi clienti: “Vi terrò tutti nel mio cuore”

  • Il sindaco Latini chiama a casa dei ternani: “Il comune ha attivato un nuovo servizio”

  • Incidente stradale alla rotonda di viale dello stadio, un ferito

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

  • Trova a terra un portafoglio con 800 euro e lo restituisce al proprietario, protagonista della buona azione Francesco Ferranti

Torna su
TerniToday è in caricamento