Palasport, l’affondo dei Socialisti su Palazzo Spada: dilettanti allo sbaraglio

L’intervento del partito sul “balletto” per il progetto: lotta interna tra assessori con pressappochismo e faziosità. Chiesto l’intervento del sindaco: “Così la città si accorgerebbe che ce n’è uno”

Rossano Pastura, segretario PSI Terni

“Parafrasando Flaiano, potremmo dire che a Terni la situazione politica è grave ma non seria”. Con queste parole, i Socialisti di Terni commentano quanto sta accadendo negli ultimi giorni, in merito al progetto di realizzazione del nuovo Palasport.

“Una vicenda che sta assumendo contorni paradossali, che sfiorano il ridicolo, certificando per l’ennesima volta – dicono – le carenze progettuali e l’incapacità da dilettanti allo sbaraglio della giunta e della maggioranza a trazione leghista, capace solo di misure coercitive verso gli ‘ultimi’ e di prove di forza, motivate da spirito di vendetta contro associazioni socio-culturali che fino ad oggi sono stati un elemento fondamentale della nostra città”. “La questione legata alla realizzazione del Palasport – continuano i Socialisti di Terni – non fa altro che confermare l’esistenza di una lotta interna tra assessori, che mostra il pressapochismo e la faziosità di alcuni di loro, elemento nettamente negativo per un’amministrazione pubblica!”.

“Vorremmo ricordare che per il Palasport c’è stato un regolare bando della precedente amministrazione, a seguito del quale è pervenuta l’offerta di un’importante azienda italiana di costruzioni che è in attesa, da troppo tempo, di una risposta” precisano i socialisti.

All’offerta della Salc, regolarmente protocollata, si è aggiunta la manifestazione di interesse della Fondazione Carit a contribuire alla sua realizzazione. Ma mentre l’assessore competente Melasecche sta lentamente portando avanti l’iter procedurale, ecco che altri tre assessori contattano un altro imprenditore (amico?) chiedendogli di presentare un altro progetto da realizzare in altro sito (Maratta). Scoperta la scellerata mossa, è scoppiata la bagarre interna”, affermano i socialisti.

“Come rappresentanti di un partito politico ma soprattutto come cittadini, non possiamo che condannare fermamente questo modo di fare che danneggia gravemente la città. Terni – sottolineano – è in attesa da troppo tempo di una struttura sportiva che sia da supporto alle tante eccellenze che possiamo vantare in diverse discipline, e bloccare tutto proprio nel momento in cui emergono elementi favorevoli, solo per guerre interne alla giunta, ci sembra indegno da parte di chi dovrebbe pensare solo al bene della comunità”.

“Sollecitiamo pertanto tutte le forze politiche democratiche a denunciare questi comportamenti e ad opporsi a questo irresponsabile comportamento da parte dell’amministrazione comunale di Terni”.

Dunque l’invito al sindaco Latini “a chiarire pubblicamente la situazione e a stabilire, all’interno della sua giunta sia le competenze che la necessaria onestà politica dei suoi assessori”, concludono i socialisti. “Dimostrerebbe così che Terni ha un sindaco, perché fino ad oggi molti ternani non se ne sono accorti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, muore dopo un violento schianto contro un albero

  • Tecnologia e stile made in Terni sugli aerei di mezzo mondo: accordo tra AeroSeatek e Giant Aviation

  • Terni sbarca su Rai 1: un ampio servizio per raccontare la città dell’acciaio

  • La Via della Seta porta a Terni milioni di euro e posti di lavoro: i dettagli del patto AeroSeatek-Giant Aviation

  • Uno spettacolo luminoso che non si vedeva da tempo, il villaggio di Santa Claus e le polemiche

  • LA VIDEO-INTERVISTA Sara Tommasi e la sua rinascita: "Ero devastata, anche per colpa mia, ma ora so di valere..."

Torna su
TerniToday è in caricamento