Politica, nasce a Terni l’associazione Cittadini Liberi. Sciarrini: “Superare lo schema destra-sinistra”

Soggetto trasversale, tra i membri persone con o senza tessera. I primi appuntamenti venerdì e sabato per parlare di Europa

Una nuova alleanza di forze democratiche, liberali e riformatrici con un orizzonte geografico ed ideale comune: l’Europa. Senza dimenticare però il contesto cittadino, promuovendone anzi una nuova pagina a livello provinciale e regionale. In una sola parola: “progressisti”.

È con queste premesse che oggi a Terni è nata l’associazione “Cittadini liberi”, un soggetto politico trasversale che unisce personalità di diverse provenienze, con o senza tessera, e che promette di essere aperto a “tutti i contributi da parte di mondi politici anche distanti tra loro”.

È stata una gestazione lunga – scherza Marco Scarrini, presidente della neo nata associazione – abbiamo iniziato a lavorarci dopo le elezioni politiche e dopo le amministrative a Terni”.

Concepita inizialmente come sostegno di +Europa di Emma Bonino, l’associazione si propone ora come facilitatore politico: “Vogliamo provare ad essere nella nostra città e nella nostra regione un luogo in cui partiti, associazioni e gruppi diversi possano ritrovarsi e tornare a progettare insieme”.

Per Cittadini Liberi si tratta di tracciare un percorso di “rifondazione politica”, che sia un’alternativa valida “all’avanzata dei populismi e alla decadenza del centrosinistra e delle sue amministrazioni”. E per farlo “occorre superare le tradizionali differenze tra centrodestra e centrosinistra”.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Le proposte su Terni

Intanto, con poche ore di vita alle spalle, l’associazione si è fatta già una sua idea sui 4 mesi della nuova amministrazione comunale ternana: “Dopo molti anni di governo del centrosinistra c’è stato un cambiamento importante, è normali che si è partiti con entusiasmo e intenzioni lodevoli – commenta Sciarrini – ma in un periodo di declino e di scarse risorse, oltre all’ordinaria amministrazione, occorrerebbe fin da subito partire con una nuova visione della città, in Umbria e fuori dall’Umbria”.

Per questo Cittadini Liberi propone “La fabbrica delle idee”, un laboratorio permanente di progettazione del futuro di Terni e dell’Umbira, una sorta di incubatore d’idee con la partecipazione di cittadini, associazioni e di soggetti competenti nelle varie materie.  

Un modo per ricostruire il senso di comunità: “Da troppi anni, nella nostra città, la politica ha smesso di svolgere questo compito –  conclude il presidente  – vogliamo ristabilire l’unica alleanza necessaria, quella fra classe dirigente e il suo popolo”.

Come funziona e chi ne fa parte

L’associazione è guidata dal presidente Marco Sciarrini insieme al vice Michele Pescolloni, al responsabile dell’organizzazione Riccardo Fausti, al tesoriere Adriano Mencarelli e al responsabile territori David Pitari.

Nel direttivo anche Tiziana Benucci, Stefano Bolletta (progetto ‘Fabbrica delle idee’), Stefano Bufi, Domenico Cialfi, Maria Di Paolo, Emanuele Lombardini, Simonetta Mauro, Giorgio Peppucci, Cristina Proietti Barsanti ed Emilio Quadrani.

Lo Statuto prevede una quota associativa ordinaria (con una quota ridotta per under 25 e disoccupati) e una quota associativa da socio sostenitore per il 2019. L’Associazione può anche ricevere donazioni da soggetti esterni.

I prossimi appuntamenti

Per farsi conoscere, l’associazione ha già in programma i primi appuntamenti. Venerdì 16 novembre, alle 17 alla sala Dante Ciliani del Palasì (ingresso Piazza San Giovanni Decollato), ci sarà l’incontro regionale “Verso un network politico umbro: l’alternativa ai populismi e alla gestione del declino”. Parteciperanno diverse personalità, dagli amministratori locali alle associazioni e ai movimenti politici di impronta europeista, liberale, democratica e riformatrice.

Sabato alle 10.30 l’appuntamento è alla sala congressi Hotel Valentino (via Plinio Il Giovane 3) con “Partiti, movimenti e associazioni: l’impegno dell’Italia per la nuova Europa” insieme a Benedetto Della Vedova, Sandro Gozi e Marco Taradash.

E per dicembre, in una data ancora da confermare, è atteso Carlo Calenda per la presentazione del suo libro “Orizzonti selvaggi. Capire la paura e ritrovare il coraggio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lotta all’infarto, a Terni una scoperta rivoluzionaria: è colpa di un batterio

  • Bollo auto e documenti di circolazione, cosa è cambiato con il 2020

  • “Ho mal di pancia”, ma è incinta: bambina di dodici anni ricoverata in ospedale

  • Mistero sopra il cielo della conca ternana: “Una scia di piccole luci tutte alla stessa distanza”

  • "Se non porti i soldi stasera ti faccio sparire", giovane minacciato fa arrestare gli estorsori

  • Incidente stradale in pieno centro, giovane ferito dopo impatto contro auto

Torna su
TerniToday è in caricamento