Renziani alla carica, Italia Viva si presenta in Umbria: "Abbiamo già moltissime adesioni"

I senatori Ginetti e Grimani guidano la sezione regionale del movimento fondato da Matteo Renzi. “Al primo incontro delegazioni da Perugia, Terni e Orvieto”. Tra due settimane nuovo summit: possibile la presenza dell’ex premier

Nel Partito democratico non c’è soltanto chi sfoglia la “margherita” delle possibili uscite verso Italia Viva, il nuovo movimento fondato da Matteo Renzi. Ma c’è anche chi fa di conto e, sondaggi alla mano, prefigura possibili alleanze che, dati i dem attorno al 20/24% e i renziani oltre il 6%, potrebbero garantire ad un nuovo “centrosinistra” di scalfire l’attuale strapotere della Lega e spostare l’ago della bilancia. A Roma e nel resto del Paese.

Fantapolitica, ma non del tutto. Perché uno dei primi obiettivi rimarcati lo scorso 4 novembre a Foligno dove si è tenuto il primo summit della sezione regionale di Italia Viva è stato quello di ribadire “la volontà di contribuire a costruire una forza inclusiva ed aperta, basata sul rispetto reciproco delle persone e pronta a contrapporsi alla destra sovranista e populista attraverso proposte concrete da avanzare nell’interesse dei cittadini”. Un collante questo che potrebbe funzionare – più e meglio – rispetto ai termini dell’alleanza Pd-5S che sostiene l’attuale Governo Conte bis ma che, ad esempio, alle regionali dell’Umbria ha prodotto poco più di un buco nell’acqua.

Italia Viva, insomma, c’è. E conta di esserci sempre di più, strizzando l’occhio ai delusi del Pd ma anche a tutti i forzisti che fanno fatica a restare “schiacciati” dentro ad un centrodestra troppo spostato sulla Lega e a tutte quelle anime “orfane” di un centro sparigliato e in continua via di ricostituzione.

Obiettivi futuri che hanno risuonato nell’incontro coordinato dai senatori Nadia Ginetti e Leonardo Grimani e al quale hanno preso parte delegazioni da molti comuni dell’Umbria. “Cento sedie messe a disposizione in sala non sono bastate per tutti i partecipanti all’incontro. A conclusione della decima edizione della Leopolda, durante la quale é ufficialmente nata la nuova ‘casa’ politica di Matteo Renzi - si legge in una nota di Italia Viva Umbria - e di quanti si riconoscono nella carta dei valori presentata nell’occasione insieme al simbolo, anche sul nostro territorio regionale è sorto grande interesse. Moltissime le richieste di informazioni e partecipazione attiva da parte di persone già politicamente impegnate, da amministratori locali e da tanti cittadini che negli ultimi tempi non si riconoscevano più nelle forze politiche tradizionali”.

Partecipanti sono arrivati da Perugia, Terni, Foligno, Orvieto, Corciano, Nocera Umbra, Gualdo Tadino, Castiglione del Lago, Gubbio, Magione, Umbertide, Spoleto, Pietralunga, Montefalco, Gualdo Cattaneo, San Giustino, Giano e Valtopina.

Sul tavolo della discussione “alcuni aspetti organizzativi” che hanno poi lasciato spazio a “varie tematiche inerenti la situazione politica attuale, sia nazionale che regionale. Metteremo volontà ed entusiasmo a disposizione della comunità. Chiusa una stagione fatta di polemiche, inizia così il nostro anno zero, con sorriso e impegno per il futuro. L’obbiettivo a breve termine - si legge - è quello di organizzare entro un paio di settimane una presentazione del nuovo partito politico con la presenza di esponenti nazionali di spessore”.

Il luogo prescelto dovrebbe essere il centro congressi Capitini a Perugia. E non è escluso che in questa occasione arrivi anche l’ex premier Renzi, che dopo avere “snobbato” l’Umbria della campagna elettorale, potrebbe invece “benedire” la partenza di Italia Viva nella regione e soprattutto chi deciderà di aderire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto no-cost, dopo il bluff arrivano le manette: arrestato l’amministratore della Vantage Group

  • Il saluto speciale di Daniela ai suoi clienti: “Vi terrò tutti nel mio cuore”

  • Tragedia della follia: uccide moglie e figlia e poi si suicida

  • Il sindaco Latini chiama a casa dei ternani: “Il comune ha attivato un nuovo servizio”

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

  • Trova a terra un portafoglio con 800 euro e lo restituisce al proprietario, protagonista della buona azione Francesco Ferranti

Torna su
TerniToday è in caricamento