Coronavirus, la Regione fa il punto. "A Terni e nel resto dell'Umbria nessun infetto. Pronti a qualsiasi emergenza"

L'assessore regionale Luca Coletto ha fatto il punto su interventi, casi sospetti, tamponi negativi, piano in caso di epidemia

L'informativa ufficiale della Giunta regionale sulla diffusione anche in Umbria del coronavirus è stata letta, oggi, in aula, durante il consiglio regionale, dall'assessore alla sanità Luca Coletto che ha fatto il punto sulla situazione mettendo sul piatto, con la massima trasparenza, quello che si è fatto e si sta facendo e la richiesta al Governo di una ordinanza chiara dopo settimane di provvedimento tampone. Il punto più importante - quello che interessa gli umbri - è che "l'umbria non ha segnalato nessun focolaio, nessun caso infetto e ad oggi non ci sono casi sospetti".

L'assessore ha confermato che "tutti i tamponi sono risultati negativi". I cittadini di casa nostra fermati in quarantena all'Ospedale Militare della Cecchignola - di ritorno dalla Cina - stanno bene e sono regolarmente possessori di un certificato che ne attesta la negatività al virus. "Risultando negativi a tutti i test anche i ragazzi - presenti alla Cecchignola - hanno fatto regolarmente ritorno a scuola". La Task-force dell'Umbria è in contatto quotidiano con le autorità sanitarie nazionali per avere un quadro aggiornato sull'evoluzione e diffusione del virus. Tutte le strutture umbre coinvolte si scambiano in tempo reale dati e decisioni, condivise anche con il resto delle altre regioni del Paese. 

"Noi siamo pronti a fronteggiare - ha spiegato Coletto - qualsiasi evento relativo ad una eventuale epidema o casi circoscritti di coronavirus su tutto il territorio regionale. Le amministrazioni parlano per atti e noi li abbiamo scritti e applicati tutti in sinergia con il Ministero e la Protezione Civile". Dall'informativa regionale emerge che la protezione civile tra ieri e questa mattina ha predisposto dei container sanitari fuori i maggiori pronto soccoro dell'Umbria: "Ringrazio la Protezione civile per il lavoro senza sosta che sta portanto avanti. Sono stati posizionati i container che serviranno per i casi di presunto o reale infenzione che dopo le prime cure e l'isolamento verranno, se necessario, trasferiti immediatamente al reparto di malattie infettive di Perugia e Terni".

La protezione civile sta individuando anche strutture pubbliche vuote - come ad esempio ex caserme - o aree dove posizionare altri container sanitari nel caso in Umbria la situazione muti e i contagi siano multipli. Coletto ha spiegato che, ieri, la Regione era pronta ad emanare una propria ordinanza anti-contagio ma tutto è stato stoppato. "L'auspicio è che finalmente a livello nazionale si decida cosa fare e chi lo deve fare. Noi eravamo pronti ieri con una ordinanza ad intervenire, ma ci siamo fermati dopo le indicazioni di una politica comune per le regioni da parte del Consiglio dei Ministri". E' in corso la video-conferenza tra il Presidente Conte e i governatori per l'ordinanza comune che chiarirà se le scuole verranno chiuse e se verranno sospesi tutti gli appuntamenti ed eventi pubblici anche nelle regioni come la nostra dove non ci sono casi di coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La mappa del contagio, “esplosione” di positivi in due comuni del Ternano

  • Coronavirus, la situazione dei contagi: in ventiquattro ore più positivi a Terni che a Perugia

  • Coronavirus, torna a salire il numero di contagi. La provincia di Terni doppia (quasi) quella di Perugia

  • Ast, la testimonianza di un lavoratore: ecco cosa è successo alla riapertura della fabbrica

  • Coronavirus, Giove verso la zona ‘rossa’. In arrivo l'ordinanza di isolamento: primo comune del ternano

  • Scuola e virus, le ipotesi: nessuna riapertura, esami “soft” e da settembre ancora didattica a distanza

Torna su
TerniToday è in caricamento