Comune di Terni, si apre un’altra crepa in maggioranza: “Da Latini un comportamento inaccettabile”

Forza Italia attacca Latini per le scelte del rimpasto in giunta: una ferita difficile da rimarginare, su ambiente e infrastrutture adesso non saremo per niente moderati

All’indomani del vertice di maggioranza che avrebbe dovuto rimettere in carreggiata il centrodestra ternano, il vicecoordinatore vicario di Forza Italia in Umbria, l’onorevole Raffaele Nevi, aveva parlato di “rigurgito partitocratico”. Parole forti che andavano a sottolineare l’amarezza con cui il partito azzurro aveva “subito” le scelte del sindaco di Terni, Leonardo Latini, sul rimpasto di giunta.

Oggi, quelle perplessità vengono ribadite dal coordinamento regionale e provinciale di FI con una nota che mette in chiaro quello che succederà nelle prossime settimane: “Forza Italia, da qui in avanti, almeno a Terni, adopererà un “modus operandi” che difficilmente potrà essere definito come “moderato”. Si, anche nei confronti dello stesso sindaco che il partito ha fin qui sempre sostenuto con un forte senso di responsabilità e di lealtà”.

“È inutile negarlo – sottolinea il partito di Berlusconi - le ultime vicende politiche, legate al rimpasto della giunta, hanno lasciato delle ferite difficili da rimarginare. Almeno a breve. D’altronde, la presenza di Forza Italia, all’interno del governo cittadino, è stata fortemente depotenziata, per altro senza un particolare motivo, a nostro avviso, credibile, tant’è che lo stesso Latini aveva sottolineato addirittura il buon operato dell’ex assessore Bertocco. Non solo. Il tutto è avvenuto in maniera assai repentina senza che i vertici del movimento fossero stati minimamente interpellati in merito alle decisioni che si sarebbero volute prendere. Senza dimenticare poi che il partito si è sempre reso disponibile al confronto, nel rispetto delle valutazioni del sindaco, sui singoli componenti della propria squadra. Di certo Forza Italia non ha mai avuto intenzione di valutare l’ipotesi di ridurre la presenza forzista nella giunta. Ed invece la penalizzazione subita è divenuta smaccata”.

Forza Italia parla dunque di “un comportamento incomprensibile, oltre che inaccettabile” da parte del sindaco latini, che “avrà indubbiamente delle conseguenze nell’aula di Palazzo Spada. D’ora in poi – avvertono gli azzurri - gli esponenti forzisti in consiglio comunale in maniera costante e incisiva cominceranno a sollecitare ed incitare la giunta locale, specie su quei temi, quali la qualità ambientale, le infrastrutture, la rigenerazione urbana e molto altro ancora, che sin da subito, ovvero fin dall’inizio di questa consiliatura, ma anche prima, hanno ispirato la visione programmatica di Forza Italia”.

Criticità rispetto alle quali “il sindaco, fino ad oggi, non è sembrato così risoluto” e che invece richiedono azioni concrete ed efficaci. I forzisti dunque annunciano un “cambio di passo” che non è semplicemente una “ripicca” che segue le decisioni politiche, ma che è “legato a quel rispetto dovuto nei confronti non solo dell’elettorato forzista, ma di tutti i cittadini ternani i quali sono stati, sono e saranno sempre coloro al centro della progettualità, nonché dell’impegno politico di Forza Italia”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, schianto con la moto: muore il maestro Francesco Falcioni

  • Incidente stradale, uomo estratto dalle lamiere dopo impatto a tre

  • Samanta Togni presenta il nuovo fidanzato: "Ci siamo conosciuti per caso sul treno"

  • Alcantara, sessanta dipendenti a rischio mancata riconferma: “Seriamente preoccupati”

  • Intossicati dai funghi velenosi, muore dopo una settimana di agonia

  • Lutto nel mondo della buona cucina ternana, è scomparso Mario Meriggioli

Torna su
TerniToday è in caricamento