Giovani e lavoro, ecco le scuole che fanno trovare prima un’occupazione

L’indagine di Unioncamere-Excelsior: le figure professionali più richieste e i dati per ogni indirizzo di studi

Iscriversi all’università o tentare di gettarsi nel mondo del lavoro? Una domanda cruciale per migliaia di diplomati ternani, umbri e italiani a cui si può cercare di fornire una risposta sfogliando l’indagine “Diplomati e lavoro” realizzata da Unioncamere-Excelsior.

Il dossier dice che “anche per il 2019 sembrano confermarsi le positive indicazioni sui contratti che le imprese intendevano stipulare nel 2018: circa 1,6 milioni quelli destinati ai diplomati. I più richiesti quelli che hanno acquisito diplomi ad indirizzo amministrativo, finanziario e marketing, seguiti dall’indirizzo meccanico e meccatronico, dal settore turistico ed enogastronomico, dall’elettronica ed elettrotecnica e dall’informatica e telecomunicazioni”.

Per chi invece deciderà di proseguire nel proprio percorso di studi, “le migliori opportunità verranno per i laureati (la cui quota dovrebbe superare i 550mila contratti) negli indirizzi economico e, a seguire, ingegneria, insegnamento e formazione e sanitario e paramedico”.

Spiccano i diplomi ad indirizzo amministrativo, finanziario e marketing, seguiti dal meccanico e meccatronico, dal settore turistico ed enogastronomico, dall’elettronica ed elettrotecnica e dall’informatica e telecomunicazioni. Tra le professioni per i giovani, il 51,8% dei disegnatori industriali è difficile da reperire; difficoltà anche superiori si registrano per i tecnici elettronici (57,7%) e per gli elettrotecnici (71,5%).

Le professioni proposte ai diplomati che entrano nelle imprese

Il volume rileva che “c’è un ovvio collegamento fra i titoli di studio più apprezzati e le professioni che i diplomati sono chiamati a svolgere. Prevalgono soprattutto quelle di livello intermedio tipiche del commercio, del turismo e della ristorazione, con quasi un quarto del totale (circa 400mila contratti). Una parte consistente dei diplomati è chiamata ad esercitare professioni tecniche e specialistiche (20% del totale) e impiegatizie (16%), mentre per il 26% le imprese hanno richiesto operai specializzati e conduttori di impianti”.
Se esaminiamo le professioni specifiche, la più richiesta tra i diplomati è quella dei commessi, per la quale le imprese – a livello nazionale - hanno indicato 166mila contratti. Numerose opportunità di lavoro verranno offerte anche ai camerieri, con 71mila inserimenti di diplomati. Il mondo della ristorazione è rappresentato anche dai cuochi (33mila) e dai baristi (29mila). Tra le occupazioni richieste ai diplomati sono molte quelle legate alla gestione dell’azienda, come gli addetti alla segreteria e agli affari generali (64mila), i magazzinieri (44mila), e i contabili (35mila).

Gli “introvabili”

Le professioni per le quali le imprese fanno fatica a trovare candidati con istruzione e competenze adeguate (il 26%, in valore assoluto più di 400mila) sono quelle per cui si trova lavoro più rapidamente. I diplomati più difficili da trovare sono gli elettrotecnici e gli agenti assicurativi: 6 diplomati su 10 per queste figure professionali sono considerati infatti difficili da reperire. Tra le professioni “introvabili” vi sono poi quelle tecniche della produzione industriale: tecnici elettronici e meccatronici, tecnici meccanici, meccanici collaudatori, disegnatori industriali. Completano la graduatoria alcune professioni dei servizi: i periti e agenti immobiliari, i tecnici della gestione finanziaria, gli addetti agli archivi e schedari e i tecnici in applicazioni informatiche. Conta però anche il valore assoluto: le imprese faticano a trovare più di 7mila tecnici in applicazioni informatiche e oltre 6mila disegnatori industriali.

La situazione in Umbria

Indirizzo agrario, agroalimentare e agroindustria

I diplomati richiesti sono 370, di cui 120 con una specializzazione post-diploma (la difficoltà di reperimento è pari al 17%).

Indirizzo amministrazione, finanza e marketing

I diplomati richiesti sono 3.200, di cui 750 con una specializzazione post-diploma (la difficoltà di reperimento è pari al 26%).

Indirizzo chimica, materiali e biotecnologie

I diplomati richiesti dalle aziende in Umbria sono 190. La difficoltà di reperimento è del 21%.

Indirizzo costruzioni, ambiente e territorio

I diplomati richiesti sono 360 di cui 130 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 38%.

Indirizzo elettronica ed elettrotecnica

I diplomati richiesti in Umbria sono 900 di cui 200 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 35%.

Indirizzo grafica e comunicazione

Richiesti in Umbria 150 diplomati, di cui 30 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 36%.

Indirizzo informatica e telecomunicazioni

I diplomati richiesti dalle aziende umbre sono 350 di cui 100 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 39%.

Indirizzo meccanica, meccatronica ed energia

I diplomati richiesti sono 2.260 di cui 510 con una specializzazione post-diploma. La diffocltà di reperimento è del 46%.

Indirizzo produzione e manutenzione industriali e artigianali

I diplomati richiesti in Umbria sono 300 di cui 100 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 39%.

Indirizzo sistema moda

I diplomati richiesti in Umbria sono 420, di cui 140 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 36%.

Indirizzo socio-sanitario

I diplomati richiesti dalle aziende umbre sono 210 di cui 110 con una specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 12%.

Indirizzo trasporti e logistica

La richiesta delle aziende umbre è di 340 unità, di cui 110 con specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 20%.

Indirizzo turismo, enogastronomia e ospitalità

La richiesta da parte delle aziende umbre è di 1.190 diplomati, di cui 170 con specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 23%.

Liceo classico, scientifico e scienze umane

Sono 150 i diplomati richiesti dalle aziende umbre, di cui 50 con specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 30%.

Liceo ad indirizzo artistico e musicale

I diplomati richiesti dalle aziende umbre sono 120, di cui 60 con specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 10%.

Liceo ad indirizzo linguistico

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono 220 i diplomati richiesti dalle aziende umbre, di cui 40 con specializzazione e una difficoltà di reperimento del 54%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il silenzio e poi le urla di dolore: Terni sotto shock per la morte di due ragazzini, indagini a tutto campo

  • Cronaca di Terni, trovati morti due adolescenti di 15 e 16 anni

  • Cronaca di Terni, tragica scomparsa di due adolescenti. Le reazioni: “Sgomento e dolore. Giornata di lutto cittadino”

  • La ‘Miami’ di Terni tra nudismo, tossicodipendenza e degrado. La denuncia dei residenti: “Siamo esasperati”

  • Incidente stradale, scontro frontale tra due auto: due fratelli perdono la vita

  • Ternana-Avellino 0-0, rossoverdi al secondo turno preliminare dei Play Off

Torna su
TerniToday è in caricamento