Il cinema entra nelle scuole e fa riflettere gli studenti

L'istituto comprensivo ‘Fanciulli’ di Arrone promuove la settima arte, con cinque appuntamenti pomeridiani. Un modo per far riflettere i ragazzi su tematiche storiche e attuali

Il cinema come sguardo sul mondo, momento di riflessione e strumento per affrontare alcune tematiche specifiche, quali la diversità, la guerra, l'uso dei mezzi di comunicazione, i cambiamenti climatici e ambientali e il rapporto con se stessi e le proprie aspirazioni.

 

Da qui nasce la volontà dell'istituto comprensivo ‘Fanciulli’ di Arrone, guidato dalla dirigente Gabriella Pitoni, di offrire ai ragazzi dell'ultimo anno della scuola secondaria di primo grado cinque pomeriggi dedicati proprio alla settima arte, con il progetto “Il cinema a scuola: uno sguardo sul mondo”, curato dalla docente Sara Michelucci e che vede la preziosa collaborazione del regista e fotografo Fabrizio Borelli. “Penso che la scuola debba essere punto di riferimento delle attività culturali di un territorio e

che per questo sia tenuta a collaborare con tutte le realtà locali”, dichiara la dirigente Pitoni. “Questa convinzione mi ha portato ad avviare 'Patti per la lettura' con Comuni e associazioni locali e a dare piena adesione e totale supporto al progetto di cineforum propostomi dalla docente Michelucci”. Durante gli incontri, i ragazzi avranno l’opportunità di confrontarsi su temi sempre attuali: dall’amicizia all’ambiente, dalla diversità all’inclusione, a seguito della visione di pellicole note quanto coinvolgenti. Questi appuntamenti costituiranno un momento altamente formativo in cui si utilizzerà un linguaggio diverso da quello quotidiano: il linguaggio cinematografico.

espressivi propri del cinema”, aggiunge.

Il cineforum aprirà il 26 febbraio per concludersi il 25 marzo. Un appuntamento settimanale, attraverso il quale affrontare tematiche diverse, dalla diversità alla tutela ambientale, passando per temi generazionali e storici.

Ogni film sarà accompagnato da una breve scheda tecnica attraverso la quale i ragazzi potranno avere le prime nozioni su cosa significhi fare un film e su quali siano le diverse maestranze che lavorano nel cinema: regista, attori, sceneggiatore, produttore. Inoltre, gli alunni potranno confrontarsi con il regista Fabrizio Borelli, il quale spiegherà come nasce e si sviluppa un racconto cinematografico, focalizzandosi sull'uso delle immagini, dei suoni, delle parole. A conclusione del ciclo di film, agli studenti sarà chiesto di produrre un testo scritto, in cui sceglieranno di parlare di uno dei temi narrati e affrontati sul grande schermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fine di un'era, chiude storico locale del centro di Terni: "Costi elevati e nessun incentivo"

  • Morgan rifiuta la proposta di Terni città futura: “Mi permetto di sconsigliarvi il duplice invito”

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Samanta Togni ed il viaggio di nozze da sogno: “Anche il cielo ci ha voluto fare il suo regalo di nozze”

  • Terni, il lento declino del centro storico: “Chiuse trenta attività commerciali”

  • Incidente stradale, frontale tra due auto: tre persone ferite

Torna su
TerniToday è in caricamento