Tre scuole a rischio incendio, il Comune corre ai ripari: investimento da oltre 600mila euro

Interventi alla Falcone-Borsellino, alla Manassei e alla Alterocca. Melasecche: dalla politica delle cicale al buon governo per dare serenità alle famiglie e sicurezza agli alunni

Investimento da oltre 600mil euro per le scuole più sicure. Il piano è stato elaborato dal Comune di Terni e riguarda, in particolare, tre strutture che saranno adeguate nel corso del 2019 alla normativa antincendio.

“Dopo aver conseguito il certificato protezione incendi dai vigili del fuoco per il convento di san Valentino, attuale sede del corso di laurea in economia – spiega Enrico Melasecche, assessore ai lavori pubblici - il Comune partecipa al bando regionale volto a favorire questo obiettivo, nonostante il contributo sia irrisorio, pari a 50mula a plesso scolastico”.

Lo sforzo di palazzo Spada sarà dunque notevole e si baserà sulle entrate derivanti dalla attività edilizia che saranno “ridotti” ma tutti investiti per eliminare il rischio di incendi negli edifici scolastici ancora fuori norma dopo molti anni. È questo per noi un dovere primario cui intendiamo far fronte. Niente più sprechi, massima attenzione alle spese, priorità assoluta alla sicurezza”.

Gli interventi si concentreranno sulle tre scuole più a rischio: “si tratta della scuola materna ed elementare del quartiere Italia Falcone e Borsellino – dice Melasecche - in cui l’intervento è pari a 150mila euro,  50mila dalla Regione e 100mila nostri, della scuola media Manassei, palazzo Ratini, il cui intervento sarà di 225mila euro, 50mila della Regione e 175mila del Comune, infine, il più importante, della scuola media Alterocca in via Narni, in cui investiremo ben 400mila euro di cui 50mila della Regione e 350mila frutto di sacrifici della città”.

Gli interventi riguarderanno la sostituzione di pavimenti infiammabili con quelli ignifughi, la realizzazione di una scala di evacuazione esterna in caso di emergenza oltre alla dotazione di nuove porte tagliafuoco, uscite di sicurezza, ed impianti a norma.

Dalla politica delle cicale al buon governo, per iniziare bene il 2019 dando più serenità alle famiglie e sicurezza ai nostri alunni. Un approccio serio e concreto – conclude Melasecche - che la città ci ha chiesto e che intendiamo non deludere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, estratti dalle lamiere dai vigili del fuoco dopo tamponamento

  • Bollo auto e documenti di circolazione, cosa è cambiato con il 2020

  • Mistero sopra il cielo della conca ternana: “Una scia di piccole luci tutte alla stessa distanza”

  • "Se non porti i soldi stasera ti faccio sparire", giovane minacciato fa arrestare gli estorsori

  • Giovani in fuga, ecco i Comuni del Ternano da cui gli under 40 “scappano”: la classifica

  • “Sei cieco, non puoi gareggiare”, atleta ternano escluso dalla competizione di judo. La replica: “Nessuna discriminazione”

Torna su
TerniToday è in caricamento