Sport a Terni, Francesco Tiberi: "Fondi a bilancio per superare i problemi in modo radicale"

Il delegato provinciale del CONI: " A Tokyo ci saranno naturalmente Alessio Foconi ed il maestro Alessio Romagnoli, una grande soddisfazione per tutto lo sport cittadino"

Francesco Tiberi

Un anno di sogni, speranze e grandi appuntamenti: il 2020 si porta con sé l’evento sportivo più atteso. La città di Terni si appresta a vivere i Giochi della XXXII Olimpiade con una prima grande certezza: “Domenica 12 gennaio la squadra di fioretto maschile - a Parigi - ha acquisito il pass matematico conquistando i punti necessari per volare a Tokyo. Ci saranno naturalmente Alessio Foconi (attesissimo anche nell’individuale ndr) ed il maestro Alessio Romagnoli, una grande soddisfazione per tutto lo sport cittadino – dichiara Francesco Tiberi delegato provinciale del CONI”.

Strutture, difficoltà e speranze

A maggio del 2019 Francesco Tiberi è stato chiamato a ricoprire l’incarico di delegato provinciale: “Sono letteralmente piombato nella tempesta – sottolinea con un sorriso riferendosi soprattutto alla questione delle palestre – e nel giro di pochissimo tempo ci siamo subito adoperati per risolvere le criticità emerse. Ho comunque trovato terreno fertile in virtù della collaborazione da parte di tutti”. Difficoltà incontrate: “Forse instaurare un rapporto stretto con tutte le federazioni. Ho cercato di sollecitare tutti in modo adeguato per creare una collaborazione proficua”

Strutture presenti e future: “La riqualificazione del Camposcuola è l’impegno più grande e spero che entro il 2020 lo si riesca a portare a compimento. So che ci sono almeno due o tre progetti al vaglio e la volontà da parte del comune di Terni. Inoltre la disponibilità della Fondazione Carit, sempre presente in determinati progetti anche in virtù della funzione che ricopre, è un aspetto preponderante. Inoltre è partito il bando per la Cupola di viale Trieste. Sia alla provincia che al comune ho chiesto di mettere dei fondi a bilancio per superare i problemi in modo radicale, evitando così di ritrovarsi in situazioni emergenziali. Ho trovato condivisione ed impegno da parte dei soggetti preposti”

Il valore dello sport

“Non si parla per retorica. Noi uomini di sport abbiamo una valenza sociale molto importante nei confronti dei più giovani, molto spesso togliendoli dalla strada. Trasmettiamo a loro un messaggio altrettanto fondamentale. Nelle discipline sportive non esiste raccomandazione. Vince sempre il più forte e la meritocrazia è alla base di tutto ciò”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, le “verità” del patologo: letalità inferiore al 2%, ecco cosa succede nei bambini. E smettiamo di credere ai cialtroni

  • Emergenza Coronavirus, mappa del contagio: a Terni città una conferma positiva che fa sperare

  • Coronavirus, la mappa del contagio: nuovi casi ad Arrone, San Gemini ed orvietano. A Terni superata quota 70

  • Medici, infermieri, forze dell’ordine e cassiere: test a tappeto per battere il Coronavirus. I dettagli del piano

  • Coronavirus, altra vittima nel ternano: è la sesta in una settimana. Aveva 59 anni

  • Emergenza Coronavirus, una buona notizia arriva da Amelia: negativi al test gli operatori sanitari

Torna su
TerniToday è in caricamento